Il video contro il mobbing di Benjamin Drews
|

Il video contro il mobbing che conquista Facebook in Germania

Un video contro il mobbing sta conquistando la Germania. In pochi giorni un filmato pubblicato su Facebook è diventato virale, con più di due milioni di condivisioni. Il video racconta i sentimenti delle vittime del mobbing, attraverso il volto silenzioso e i messaggi scritti da un ragazzo di 19 anni preso in giro dall’infanzia per la sua obesità.

VIDEO CONTRO IL MOBBING DI BENJAMIN DREWS –

Un ragazzo tedesco di 19 anni ha realizzato un video contro il mobbing che sta avendo un enorme successo in Germania. Il nome dell’autore è Benjamin Drews, uno pseudonimo di uno studente che ha appena concluso le scuole superiori e ora cerca un’opportunità di formazione in un’azienda, come racconta a Spiegel Online. Il sito del settimanale tedesco racconta come in pochi giorni il video di Benjamin sia stato condiviso da oltre due milioni di persone su Facebook, un fenomeno virale che ha evidenziato quanto sia sentito il tema del mobbing. In questo filmato Benjamin Drews parte dalla sua esperienza personale, di ragazzino con problemi di peso tormentato da molti anni da compagni di classe per la sua obesità. Il video contro il mobbing è molto semplice.

La telecamera è fissa sul volto in bianconero di Benjamin Drews, che rimane silente per i circa due minuti di durata sul sottofondo musicale di “River Flows in You”, e sfoglia dei biglietti in cui sono scritti frasi che rimarcano i tormenti di chi subisce il mobbing. Il testo è il seguente

Gente, nessuno vale di meno solo perché: è un disabile, forse non ha molto denaro, forse non è abbastanza intelligente, forse non ha una linea perfetta, perchè è gay, lesbica o bisessuale, ha un altro colore della pelle, un’altra fede o una diversa provenienza. Le vittime del mobbing si sentono spesso sole e abbondonate, feriscono il loro corpo, perchè pensano che sono diversi. Hanno istinti suicidi! E Tu,come ti sentiresti? Solo insieme possiamo muovere qualcosa. Se sei anche tu contro il mobbing condividi questo video!

Spiegel Online nota come il video di contro il mobbing di Benjamin Drews ricordi il filmato realizzato da Amanda Dodd, la ragazza canadese di quindici anni che si è suicidata in seguito alle angherie subite durante la sua adolescenza. Il ragazzo tedesco ha spiegato a Spiegel Online di non aver pensieri suicidi, e sulla sua pagina Facebook ha commentato con entusiasmo l’incredibile ondata di solidarietà e affetto ricevuta.

Photocredi: Screenshot di Facebok