|

«Il mio segreto? Sono donna e mi rado la barba»: la polemica assurda che infiamma la stampa inglese

C’è una polemica in atto tra due tra i più noti quotidiani britannici: il Guardian e il Daily Mail. L’oggetto del contendere, però, non è una differenza di vedute sulla situazione politica ed economica del regno di Sua Maestà, né sui temi caldi che stanno colonizzando le cronache di mezzo mondo. L’Isis, la crisi ucraina o quella greca non hanno nulla a che vedere con il dibattito che si è scatenato tra le due testate. La questione è molto più prosaica e, se vogliamo, più pragmatica: insomma, si parla di peli superflui. Per la precisione, peli superflui femminili.

Photocredit:  GREG WOOD/AFP/Getty Images
Photocredit: GREG WOOD/AFP/Getty Images

SCHIUMA DA BARBA, PENNELLO E RASOIO… –

Tutto comincia domenica, quando l’edizione online del Daily Mail pubblica un articolo che riprende la bizzarra abitudine di una donna inglese di svegliarsi la mattina e radersi il viso. Angela Garvin – questo il nome della donna – non soffre di squilibri ormonali né è affetta da qualche rara malattia tricologica. Per lei la rasatura quotidiana è un modo come un altro per liberarsi degli odiosi peli superflui su mento e labbro superiore e donare nuovo splendore al suo viso. Quei peli superflui che la stragrande maggioranza delle donne del pianeta estirpano brandendo pinzette, creme schiarenti o strisce di cera depilatoria. Ma, sulle pagine del Mail, Angela ha dichiarato di non essere intenzionata a posare la lametta per nessuna ragione al mondo:

Costa poco, ci vuole qualche secondo e non mi irrita la pelle, a differenza del laser o della ceretta. Dicono che se tagliati con il rasoio i peli del viso ricrescano più grossi e più scuri, ma non è vero. È la cosa migliore che avrei potuto fare: dopo la rasatura il trucco si stende in modo più uniforme, la crema si assorbe meglio e la mia pelle è in ottime condizioni. Non era così liscia e luminosa da anni.

… PER UN VISO GIOVANE E RADIOSO –

Alla bizzarra pratica di Miss Garvin – al cui pensiero rabbrividiscono milioni di donne, cresciute con il dogma de “il rasoio è il male” – il Daily Mail aveva associato l’opinione di un dermatologo che, sorprendentemente, appoggiava il trattamento di bellezza scelto dalla donna, sottolineando come radersi regolarmente permetterebbe alle donne di mantenere giovane più a lungo la pelle del viso e di invecchiare meglio:

Dal punto di vista dell’anti-invecchiamento, radersi ha qualche effetto. Si tratta di una forma piuttosto blanda di microdermoabrasione, che stimola la produzione di collagene, una sostanze che previene la formazione delle rughe. Quando c’è un trauma alla pelle, il collagene è stimolato per aiutare il rinnovamento cellulare.

SACRILEGIO! –

Quante donne, avendo letto fino a qui, si sono già lasciate convincere al punto di rubare al proprio marito, compagno o fidanzato, schiuma da barba e rasoio? Probabilmente poche. Così come non si è fatta convincere Anita Bhagwandas che, dalle pagine del Guardian, risponde al Daily Mail con un articolo dal titolo perentorio: «Perché è una pessima idea che le donne si radano il viso». La tesi principale della Bhagwandas è che quella peluria che ogni donna del pianeta ha sul viso – e contro la quale comincia ad accanirsi non appena varcata la simpatica soglia della pubertà – è inevitabilmente diversa a seconda delle etnie e del patrimonio genetico di ognuna. Che sia una peluria tanto chiara e sottile da risultare invisibile o degli odiatissimi “baffetti”, dipende tutto dai geni. Per questo consigliare il rasoio come soluzione universale non è una buona idea. A meno di non essere estimatori di irritazioni cutanee e peli incarniti in faccia oltre che sulle gambe, dove il rasoio viene utilizzato come extrema ratio ma in gran segreto e, spesso, con molto rimpianto.

 

LEGGI ANCHE: Cosa è successo a Uma Thurman?

 

METTI GIÙ QUELLA LAMETTA –

E il rasoio come rimedio contro l’invecchiamento, visti buoni risultati ottenuti dagli uomini? Panzane, scrive la Bhagwandas:

Non ha senso. Gli uomini hanno una pelle più spessa e all’apparenza più giovane perché gli ormoni maschili aumentano lo spessore della pelle del 25% in più rispetto a quella delle donne. Gli uomini producono anche più sebo, una sostanza oleosa che mantiene la pelle idratata, dandole un aspetto più “pieno”. Infine, gli uomini hanno più collagene, ed è per questo che le donne tendono a invecchiare prima. Le donne sono biologicamente programmate per invecchiare prima. Radersi può avere un’azione esfoliante e rendere la pelle più morbida, ma lo stesso risultato si ottiene con un semplice scrub. Radersi non è soltanto un’azione che causa infiammazione, ma è un’azione che rende la pelle più sottile e fragile.

Quindi, il monito finale:

State lontane dal rasoio, signore. Non è per niente vostro amico.

La questione è da considerarsi chiusa, o dal Daily Mail arriverà una contro-replica?

(Photocredit copertina: Hulton Archive/Getty Images)