Perché su internet odiano Fabio Volo?

La presentazione dell’ultimo film tratto dal best-seller dell’autore bresciano scatena sul web la solita diatriba sulle sue reali capacità narrative...

La presentazione dell’ultimo film tratto dal best-seller dell’autore bresciano scatena sul web la solita diatriba sulle sue reali capacità narrative

Presentato alla stampa “Il giorno in più”, film tratto dal best-seller di Fabio Volo, in concorso al Festival del Cinema di Torino e in arrivo nelle sale il prossimo 2 dicembre. L’occasione per lo scrittore bresciano di tornare alla ribalta.

SINOSSI - E’ un film basato tutto sull’amore con protagonista lo stesso autore, nei panni di Giacomo, manager intraprendente refrattario a legami e responsabilità il quale, preso da serate fugaci con donne di vario genere e noia lavorativa, rimane folgorato da Michela, interpretata da Isabella Ragonese, ragazza acqua e sapone che incontra tutti i giorni sul tram e che chiederà lui di bersi un caffé proprio il giorno prima della partenza di Giacomo verso New York per cominciare una nuova vita.

MA TWITTER… – Nonostante l’attesa, qualcuno sul web comincia a dimostrare indifferenza per l’ultima fatica cinematografica di Volo. O meglio, qualcuno ancora fa fatica a capire il perché di questo suo successo. Non si fa molta fatica, basta fare un giro su twitter per rendersi conto che qualcuno fa proprio fatica ad accettare l’esistenza stessa del personaggio. Alcuni esempi:

Fabio Volo presenta il suo nuovo libro… ogni anno… è peggio del nuovo libro di Vespa!

Sento alla radio le pubblicità dell’album di vasco e del film di fabio volo, e improvvisamente inizio a sperare che i Maya abbiano ragione.

Nel mio inferno i fan di Tiziano Ferro e Fabio Volo, ascoltano AC/DC e leggono Dickens. Per l’eternità.

esce il film di Fabio Volo e apre il canale TG Com 24: una giornata memorabile nella storia della cultura e dell’informazione italiana

Al Torino film festival hanno cancellato la proiezione del film di Fabio Volo. Qualcuno sano di mente ancora esiste allora.

IL CASO DELL’EMBARGO – Tra l’altro quest’ultimo tweet è importante perché racconta di un gustoso retroscena avvenuto ieri sera. Il film doveva essere proiettato al Festival ma la sua trasmissione è stata cancellata in quanto “embargato”. In gergo tecnico s’intende per “embargo” un qualcosa che non può essere mandato fino a un certo momento. Questo momento era la conferenza stampa svoltasi nel capoluogo piemontese questa mattina. Gianni Amelio, direttore del Festival, ha reagito in maniera piccata: “Se avessi saputo dell’embargo sul film non lo avrei preso. E’ una decisione assurda!”

FABIO TI AMO… – Se Twitter è così poco benevola con l’Harumi Murakami di casa nostra, di tutt’altro tenore le reazioni dedicate all’ultima fatica dell’autore su Facebook. La pagina ufficiale di Fabio Volo, aggiornata con il trailer e qualche novità del film, è presa d’assalto da fan adoranti pronti a fiondarsi al cinema. Ecco un estratto delle reazioni:

fabio oltre ai libri pure il film pero sei bravo =)

fabio umilta’ e un dono che pochi anno…ti aspetto..

spero ke dove sto io lo portino !!!

Il libro è bellissimo.. Spero che il film non mi deluderà.. Anche se in genere i libri sono sempre meglio dei film!

sto leggendo ora il libro… quasi tutto d’un fiato… vedrò sicuramente il film, anche se dal trailer… x il momento preferisco il libro :)

…INVECE IO TI DISPREZZO - Eppure non mancano anche qua le voci critiche. Solo che anziché attaccare il film, si vira decisamente contro il personaggio. Ci sono pagine tipo “Non sopporto Fabio Volo“, “Fabio Volo fa male all’anima“, “Qualunquismo di Fabio Volo“, “Ex st****i e/o tr**e che pubblicano stucchevoli frasi di Fabio Volo“, e : “Le frasi celebri di Fabio Volo“, una pagina in cui si alternano giudizi positivi e negativi sullo scrittore di Brescia. Ad esempio, queste sono state alcune reazioni alla frase: “Un uomo che c’è è uno sguardo, uno sguardo dietro a tutto”:

Fabio TI AMOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!

Poi è postata il giorno prima del mio compleanno….

esiste un uomo che …c’è? Forse…. se gli uomini ascoltassero di tanto in tanto il loro cuore

CO*****E DEL C***O, SE SCRIVI COL CULO MAGARI MIGLIORI

BELLA STA STR****TA,CAMBIARE MESTIERE NO?

CHE C***O vuol dire sta frase?

SEMPLICITA’ AL POTERE - Insomma, o lo si ama, o lo si odia. Di vie di mezzo non ce n’è. Alcuni lo accusano di scrivere roba sciatta e che è riuscito ad arrivare dov’è ora grazie a raccomandazioni e aiuti. Altri lo ringraziano perché leggono nelle sue parole poesia, dolcezza, semplicità. Senza dubbio c’è della semplicità, poco ma sicuro. Anzi, del talento elementare. Ma sempre di talento di tratta. Per qualcuno è un bene, per altri un male. Che piaccia a chi si accontenta allora, mentre chi vuole qualcosa in più ha in intero mondo a cui rivolgersi, dimenticandosi dell’esistenza di Fabio Volo.