La donna indiana che filma ed insulta l'uomo che l'ha molestata in aereo
|

India: molestata sull’aereo filma tutto e gli fa passare un brutto quarto d’ora

Il Telegraph ci propone una storia proveniente dall’India che ha per protagonista una ragazza molestata da un uomo a bordo di un aereo della Indigo diretto a Bhubaneswar, nell’est del Paese. La donna, toccata per due volte dall’uomo durante la fase di atterraggio, ha denunciato l’accaduto filmandolo ed accusandolo davanti a tutti i passeggeri, continuando anche dentro lo scalo per mettere alla gogna il suo molestatore.

La donna indiana che filma ed insulta l'uomo che l'ha molestata in aereo
(Youtube)

I FATTI –

Dal racconto emerge che l’uomo ha sfiorato per la prima volta la ragazza nella fase di atterraggio, passando la sua mano sul di lei corpo, protetto dal fatto di essere seduto dietro di lei. La prima reazione è stata di sorpresa e terrore ma quando l’uomo ci ha riprovato, fraintendendo l’apparente calma della donna, questa ha reagito prima gridandolo e poi riprendendolo con una telecamera. A questo punto l’uomo ha cercato di coprirsi il viso senza essere riconosciuto e chiedendo perdono.

LE ACCUSE DELLA DONNA –

La donna a bordo era un fiume in piena: «Chiedi perdono? Perché? Perché sono una ragazza? E per questo credi di avere il diritto di toccarmi dove vuoi? E magari l’hai fatto per la prima volta. Che perdono chiedi? È stato un errore? Vecchio imbecille, hai un piede nella fossa e ancora non sei saggio abbastanza. Dai, dì di più, ti sto filmando, mio caro, così la prossima volta ti ricorderai di questo episodio. Pensi che noi donne stiamo zitte senza fare nulla, vero? Perché ora ti vergogni? Guarda che chiamerò la sicurezza».

LE SCUSE DELL’UOMO –

L’uomo ha abbozzato una nuova richiesta di scuse, richiesta che non ha fatto altro che scatenare la forza della donna: «Perché? Scusa se sono una donna, scusa se viaggio da sola, scusa! Ma non ti lascerò andare. Pensi di poterlo fare ancora, vero? Mi hai toccato per due volte e dopo la prima hai pensato che me ne stessi zitta, vero? Solo noi donne dovremmo vergognarci mentre tu hai il diritto di non provare alcun timore».

 

LEGGI ANCHE: Il padre che vendica lo stupro della figlia uccidendo il suo violentatore

 

IL SECONDO CONFRONTO –

L’attacco è poi proseguito nell’area arrivi dell’aeroporto di Bhubaneswar con la donna che riprende nuovamente il suo molestatore, improvvisamente più sicuro di sé. L’uomo ha ammesso di aver fatto un errore e di essere anche stato adeguatamente punito, dichiarandosi pronto a firmare delle scuse dopo essere stato umiliato. La ragazza ha però rifiutato l’offerta con queste parole: «Hai deciso l’azione, deciderò la reazione». I due video sono stati caricati da un utente Youtube a bordo dello stesso volo che, parole sue, ha ricevuto i contributi da una «donna coraggiosa».

 «VOLEVO UMILIARLO» –

E la donna, con un apposito comunicato, ha voluto confermare quelle che erano le sue reali intenzioni: «Costui era sefuto dietro di me ed ha fatto passare le sue dita sotto lo schienale per toccarmi. Ero troppo scioccata per reagire. Mi ha toccato una seconda volta all’atterraggio. A quel punto, una volta giù, ho visto ancora la sua mano che veniva verso di me. Ho quindi fatto una scenata umiliandolo di fronte a tutto il volo. Pensava che me ne stessi zitta invece ho gridato tanto forte da attirare l’attenzione di tutto l’aereo da umiliarlo il più possibile». Secondo voci non confermate l’uomo sarebbe sotto la custodia della polizia.