|

Marco Baldini: «Restituirò a Giancarlo Magalli i soldi che mi ha prestato»

«Non mi piace essere eletto a vittima. Se vogliamo vedere le vere vittime sono quelli che aspettano i soldi da me». A qualche giorno dal suo addio a Fuori Programma, la trasmissione radiofonica che conduceva insieme a Fiorello, Marco Baldini torna a chiarire la propria situazione. Ospite di Paola Perego a Domenica In, il conduttore ha precisato di non essere ricaduto nel vizio del gioco d’azzardo, ma di vivere comunque una situazione molto delicata a causa della quale ha maturato la decisione di lasciare il programma.

Photocredit: Rai1/Domenica In
Photocredit: Rai1/Domenica In

«MAGALLI, TI RIDARÒ I SOLDI» – «Ho lasciato Fiorello perché la situazione era troppo calda. Non volevo portarmi i miei problemi sul lavoro e non volevo coinvolgere le persone che lavorano con me nei miei problemi personali» – ha ammesso Baldini, che teme di essere raggiunto ovunque dai propri creditori – Nessuno mi ha detto ‘vattene’, è una cosa mia, di dignità professionale e umana».  Poi, Baldini fa nomi e cognomi e, parlando di chi l’ha aiutato nei momenti di maggior difficoltà, cita Giancarlo Magalli direttamente guardando in camera: «Te li restituirò Giancarlo, tranquillo». E ancora: «Non è mai bello fare i nomi, ma quando una persona fa del bene è giusto dirlo». Poi cita anche Gianfranco Monti e Linus: «Linus è stato uno di quelli che mi portò in banca e mi dette i soldi nel lontano 1995».

Guarda il video – (L’intervista a Marco Baldini dal minuto 01:11:00)

 

LEGGI ANCHE: Marco Baldini chiarisce: «Con il gioco d’azzardo ho smesso»

 

«SO FARE UN MILIONE DI MESTIERI, VOGLIO UN’OPPORTUNITÀ» – «Io mi vergogno moltissimo per quello che è successo. Sono il primo giudice di me stesso. Ma sono venuto a chiarire che questa volta il gioco non c’entra – conclude Baldini – In questi anni ho cercato di rigare diritto. […] La mia unica paura è quella di far troppo male alle persone che mi vogliono bene e che mi hanno dato una mano. Io voglio lavoro, voglio un’opportunità. In vita mia ho fatto un milione di mestieri. Se riuscirò a risolvere i miei problemi, mi metterò al servizio delle altre persone».

(Photocredit: Rai1/Domenica In)