|

Ztl, vietato l’accesso al Tridente anche per il car sharing

Il Tridente Mediceo diventa off-limits anche per le auto del car-sharing, segnando un’altra spunta sull’agenda del Pgtu.Agenda mai anticipata ai cittadini, leggermente disorientati dalla decisione improvvisa di Ignazio Marino e del suo assessore alla mobilità Guido Improta. Così, lunedì scorso, 100mila romani si sono visti recapitare dal proprio servizio di car-sharing la serafica mail: «A seguito della comunicazione ufficiale del Comune di Roma, NON è più possibile accedere con le auto del car-sharing alla nuova zona ZTL A1 (Tridente)».

Car2Go

I NUMERI – Il provvedimento in questione interessa 60mila clienti di Car2Go e 40mila utenti di Enjoy negli orari di vigenza della nuova area Ztl A1, attiva dalle 6.30 alle 19 dal lunedì al giovedì e dalle 10 alle 19 il sabato. A vigilare sulla nuova disciplina del traffico sono previsti cinque varchi, posizionati in Via Ripetta, via Capo le Case, via Condotti, via dei Pontefici e salita di San Sebastianello. Gli accessi saranno presidiati dalla polizia Roma Capitale fino al prossimo 7 Gennaio, quando i varchi elettronici entreranno in funzione sostituendo definitivamente gli agenti.

tridente

DIVIETO SOLO NELLA ZONA – “A1” – Il divieto è valido solo nella zona A1 della Ztl, mentre tutte le altre aree a traffico limitato della Capitale rimarranno aperte alle Smart di Car2Go e alle Cinquecento di Enjoy. Il problema principale da risolvere adesso è la ricerca di una collocazione per le auto condivise da parcheggiare al di fuori dei varchi. Oltre al parcheggio per i motorini, già esclusi.

INTANTO SU TWITTER…