|

La gaffe “galante” di Putin fa arrabbiare tutta la Cina

Vladimir Putin è stato censurato dalla Tv di stato cinese. Durante il vertice Apec il leader russo ha messo il suo cappotto sulle spalle della moglie del presidente cinese Xi Jinping, che l’ha tolto dopo qualche secondo di imbarazzo. Il gesto di galanteria verso la compagna di un altro capo di Stato è stato molto discusso in Cina, e la TV di stato ha preferito censurare il video, rimuovendo il filmato dai social media più seguiti.

VLADIMIR PUTIN E IL COATGATE – Vladimir Putin è il leader politico più discusso a livello mondiale, ed è riuscito a imbarazzare anche l’amica Cina. Il caso è stato ribattezzato #coatgate su Facebook e Twitter, visto che per oscurare il gesto del presidente russo è intervenuta perfino la severa censura di Pechino. Il vertice Apec è stato infatti caratterizzato da un gesto di galanteria di Vladimir Putin. Dopo essersi seduto vicino a Peng Liyuan, moglie del presidente cinese Xi, il leader russo ha notato come la donna soffrisse di freddo. Putin, che ha divorziato dalla moglie e non si è più risposato, ha così messo il suo cappotto sulle spalle della signora Xi, scatenando il suo imbarazzo. Dopo diversi secondi Peng Liyuan ha tolto il cappotto di Putin, e una persona a lei vicina le ha dato una mano per indossare il suo, come si vede in questo video.

VLADIMIR PUTIN E LA CENSURA DELLA CINA – Il gesto di galanteria di Putin è stato subito notato dai commentatori della Tv di stato cinese, CCTV, e la clip del filmato sul vertice Apec relativa al gesto del presidente russo è stata condivisa sui social network, diventando immediatamente virale. La sensazione create dalla galanteria di Vladimir Putin non è piaciuta al governo di Pechino, che ha attivato la censura, oscurando le immagini e il video diffuse via social network. Il filmato è stato rimosso da Weibo, il social media più frequentato dagli utenti cinesi. Una reazione probabilmente dettata dal conservatorismo con cui in Cina sono guardati i contatti fisici tra persone non legate da vincoli parentali tra di loro, e resa probabilmente più severa visto che erano coinvolti la moglie del presidente cinese e l’alleato internazionale più importante di Pechino.


Photo credit: Feng Li/Getty Images