|

Come scegliere nome utente e password per essere sicuri

Loggarsi in sicurezza è una delle principali preoccupazioni di chi naviga in rete. Sempre più servizi sono offerti su internet, e alcuni riguardano aspetti fondamentali della nostra esistenza da tutelare con la massima attenzione. La scelta appropriata di nome utente e password così come la cautela con alcune modalità di login devono essere rispettate per non incorrere in rischi pericolosi per la nostra privacy.

LOGGARSI IN SICUREZZA – Indirizzi mail, social media, siti di commercio online. Loggarsi nella massima sicurezza è oramai diventata una sfida per chi naviga in rete, anche se esistono alcune regole da rispettare per minimizzare i rischi. Bild Zeitung propone alcuni consigli per rafforzare la sicurezza della propria navigazione, compilati grazie al parere di diversi esperti informatici. Il primo è l’aggiornamento costante dei browser che memorizzano i nostri dati di login. Non farlo significa aumentare le possibilità di essere colpiti da un virus Trojan. Secondo Linus Neumann di Chaos Computer Club è preferibile l’utilizzo di diverse e complesse password rispetto al digitare sempre la stessa per loggarsi. Ridurre al minimo i riferimenti personali dei nostri dati di accesso, username e password, è il modo migliore per rendere più difficile il compito a chi li vuole ottenere. Sarebbe preferibile evitare un username con il proprio nome, e sarebbe preferibile utilizzare un soprannome con magari alcuni numeri all’interno.

PASSWORD SICURE E SINGLE SIGN-ON – Visto che la maggior parte dei siti chiede il nostro indirizzo email per loggarsi, è essenziale avere una password di accesso al servizio di posta elettronica che utilizziamo la più lunga e complessa possibile. Accedere con il servizio del Single Sign-on richiede altrettanto cautela. Molti siti permettono di accedere con il proprio profilo Facebook, per esempio, ma sarebbe preferibile loggarsi in modo autonomo, con diverso username così come password differente. Il Single Sign-on accresce infatti il rischio di facilitare l’accesso a più servizi che utilizziamo online. Secondo Neumann una buona combinazione di comfort e sicurezza è offerta dai programmi che permettono di scaricare le password dal proprio browser. Maggiore sicurezza è fornita invece dall’autenticazione a due fattori, ovvero quando oltre all’username e alla password si può accedere a un servizio online con l’immissione di un codice, di norma inviato via sms. Una modalità di loggarsi piuttosto diffusa nell’online banking, e che viene utilizzata anche da grandi player informatici come Google, Facebook e Apple. La scomodità di questo tipo di operazione è rappresentata dal dover ripetere spesso un’operazione su più fasi, che però può essere ridotta se si utilizzano il salvataggio dei dati, e ripetuta solo se si usa un diverso computer.

Photo credit: SAEED KHAN/AFP/Getty Images