Nik Wallenda, il funambolo che cammina su un cavo sopra Chicago
|

Nik Wallenda, il funambolo che cammina su un cavo sopra Chicago

Ce l’ha fatta. Nik Wallenda, il re dei funamboli, ha camminato su un cavo d’acciaio teso tra due grattacieli di Chicago, la «città ventosa», senza reti di protezione. Nella sera del due novembre Wallenda ha percorso, ad un’altezza di oltre 50 piani rispetto al fiume Chicago, i due isolati che collegano la Marina City’s West Tower ed il Leo Burnett Building, proseguendo poi dalla Marina City’s West Tower alla East Tower. Wallenda è riuscito nella sua impresa dopo sei minuti e 52 secondi.

Nik Wallenda, il funambolo che cammina su un cavo sopra Chicago
(Lapresse-AP Photo/Paul Beaty)

IL RICORDO DEL NONNO – Prima dell’impresa Wallenda ha dichiarato: «Sarà la più incredibile passeggiata sul filo del rasoio della mia carriera. Non riesco a pensare ad una città migliore di questa». Nik dedica questa nuova avventura al suo bisnonno, il leggendario Karl Wallenda, morto dopo essere caduto da una corda tesa a Puerto Rico nel 1978.

 

LEGGI ANCHE: Franceschini: «Tagli alla cultura? Solo sulle spese di gestione»

IL PRECEDENTE DEL 2013 – L’impresa è stata trasmessa in diretta televisiva su Discovery Channel in 220 paesi. L’ultima impresa di Wallenda è del giugno 2013. In quell’occasione il funambolo attraversò il Grand Canyon su un cavo metallico lungo 425 metri e spesso 5 centimetri, teso ad una altezza di 457 metri senza corde di sicurezza. Anche quell’impresa venne trasmessa in diretta tv e venne seguita da quasi 13 milioni di spettatori, generando un milione e mezzo di tweet, classificandosi come lo show più seguito di sempre sui social network. (Photocredit copertina Youtube-Discovery Channel)