|

Metro C, apre a novembre, ma non sarà “driverless”

La linea C della metropolitana di Roma, che collegherà Pantano a Centocelle, potrebbe aprire al pubblico, secondo quanto filtra da Atac, il prossimo 5 Novembre, salvo ulteriori imprevisti. L’apertura della prima tratta della metro era prevista per l’11 ottobre, ma il ministero dei Trasporti non aveva dato il via libera per “una serie di “anomalie sugli impianti” facendo slittare l’inaugurazione “entro la fine del mese”, e poi ancora.

IL SISTEMA “DRIVERLESS” – I nuovi convogli saranno dotati di Sistema Driverless, la tecnologia che permette al treno di essere completamente autonomo senza bisogno del conducente. Tale caratteristica garantisce il massimo dell’efficienza energetica, consentendo anche una maggiore puntualità di arrivi e partenze. Rispetto ad una metropolitana tradizionale, quella Driverless, raggiunge frequenze più elevate arrivando a consentire il passaggio di un mezzo ogni 90 secondi con una elevata regolarità ed efficienza del servizio offerto all’utente. E’ un sistema già in funzione nelle metropolitane di Copenaghen, Singapore, Vancouver, Docklands (Londra), Hong Kong, Lille, Parigi e Torino oltre che in molti aeroporti. «Inoltre – si legge sul sito di MetroC Spa – l’assenza del conducente consente di ridurre notevolmente i costi di gestione del servizio di trasporto: infatti per una metropolitana tradizionale il costo dei conducenti è pari a circa il 30% di quelli complessivi di gestione e manutenzione».

…E INVECE NO – I nuovi convogli saranno quindi dotati di Sistema Driverless, ma secondo i primi rumors, i macchinisti saranno comunque presenti sui treni “per questioni di sicurezza”. Ancora non è chiaro se guideranno materialmente i convogli o se si limiteranno a supervisionare sull’operato dei software, fatto sta che il costo del 30% non sarà ammortizzato.