Il trofeo di rally intitolato ad un condannato per mafia
|

Striscia la Notizia e il trofeo di rally intitolato al condannato per mafia

Un trofeo di Rally intitolato alla memoria di un condannato in primo grado per mafia morto in un agguato nel 2003 e che nel 2002 venne arrestato e condannato ai sensi dell’articolo 416 bis. Questo il tema del servizio che andrà in onda questa sera a Striscia la Notizia ad opera di Stefania Petyx con il suo bassotto.

Il trofeo di rally intitolato ad un condannato per mafia
(Striscia la Notizia/Canale 5)

 

LEGGI ANCHE: Auditel: Hunziker e Chiambretti rianimano Striscia la notizia

 

CHI ERA CARMELO MILIOTI – Il trofeo in questione era il «Milcar», pseudonimo di Carmelo Milioti, cittadino di Favara, provincia di Agrigento, morto nel 2003 che, oltre ad essere un appassionato di auto e rally, nel 2002 era stato arrestato e condannato in primo grado per il 416 bis. Milioti, uomo di Giovanni Brusca, era ritenuto il ministro dei Lavori Pubblici di Cosa nostra in provincia di Agrigento. L’uomo venne ucciso a colpi di lupara mentre era dal barbiere.

 

L’EVENTO È STATO ANNULLATO – Gli organizzatori del 23° Fabaria Rally, l’evento all’interno del quale si sarebbe dovuto svolgere il Trofeo “Milcar”, continua Striscia la Notizia, hanno negato ogni addebito. L’evento perltro era patrocinato dal Comune di Favara, dal Comune di Agrigento, dalla Regione Sicilia e dal Parlamento siciliano. Sul sito e sulle pagine social dell’organizzazione, però, il nome del Trofeo risulta essere proprio “Milcar”. Questo almeno fino all’arrivo dell’inviata di Striscia. Appena qualche istante dopo, infatti, il nome è stato prontamente rimosso dal web e, in serata, il premio è stato annullato.