|

Ztl, vietato l’accesso al Tridente anche a moto e motorini

Parte oggi la settimana di sperimentazione delle nuove disposizioni sulla mobilità nel Tridente. Poi, da lunedì prossimo, le modifiche previste entreranno definitivamente in vigore. In primo luogo la Ztl del cosiddetto “Tridentino” sarà ampliata anche a via Ripetta e passeggiata di Ripetta, oltre alla zona compresa tra via della Mercede e via del Tritone.

LEGGI ANCHE: MARINO “ATTRATTO DALLE DROGHE”

COSA CAMBIA – A vigilare sulla nuova disciplina del traffico sono previsti 5 nuovi varchi, posizionati in Via Ripetta, via Capo le Case, via Condotti, via dei Pontefici e salita di San Sebastianello.
Gli accessi saranno presidiati dalla polizia Roma Capitale fino al prossimo 7 Gennaio, quando i varchi elettronici entreranno in funzione sostituendo gli agenti. La nuova Ztl rispetterà gli stessi orari di quella maggiore: dal lunedì al venerdì l’accesso è limitato tra le 6.30 e le 19, il sabato dalle 10 alle 19. Novità fondamentale è che l’accesso sarà vietato anche alle due ruote dei non residenti. In sostanza l’accesso è consentito solo ai titolari del permesso “A1” e alle categorie speciali, come mezzi pubblici, forze di polizia, autobus e auto blu. Immutate le regole di circolazione all’interno del Tridente, ad eccezione di via del Gambero, con senso di marcia invertito tra piazza San Silvestro e via Condotti e per il tratto da via di Propaganda a via dei Due Macelli e via Capo le Case, dove i sensi di circolazione subiranno modifiche per la realizzazione dei nuovi varchi elettronici.

LEGGI ANCHE: IGNAZIO MARINO VUOLE AFFIDARE I MIGRANTI ALLE FAMIGLIE

PARCHEGGI – Vantaggi solo per i residenti che avranno 280 posti riservati tra via di Ripetta, passeggiata di Ripetta, lungotevere in Augusta, viale della Trinità dei Monti, piazza della Trinità dei Monti, via Gregoriana, viale Gabriele D’Annunzio e piazza Augusto Imperatore, a discapito di 50 posti auto su via del Babuino.

LE REAZIONI – Ieri pomeriggio, il sindaco Ignazio Marino si è concesso una passeggiata nel Tridente pedonalizzato, con “l’orgoglio di chi ha restituito al mondo questo spazio nella sua ineguagliabile bellezza”. Non la pensano così i residenti, intrappolati nella morsa delle Ztl. Qualcuno ha ricordato che il centro non è solo per ricchi, ma ci abitano anche molti artigiani e impiegati che non possono permettersi le tariffe insostenibili di accesso. Altri invece sono favorevoli alla pedonalizzazione, ma temono che i marciapiedi possano essere presi d’assalto dai venditori abusivi, che trasformerebbero il centro in un suq. Ma il sindaco non ha dubbi “L’85% dei residenti è con me”.

Dalla parte del primo cittadino la Feder Trek, che ieri ha promosso la Giornata del camminare a cui ha partecipato anche Marino.