|

Il mistero della capsula del tempo del 1901

Un libriccino con la copertina rossa, adagiato una scatola sigillata rinvenuta all’interno di una statua di bronzo dorato raffigurante un leone che, a sua volta, si trovava su uno degli edifici più antichi di Boston. Potrebbe sembrare l’incipit del prossimo best-seller di Dan Brown e invece è tutto vero: ieri a Boston è stata finalmente aperta una scatola – una vera e propria “capsula del tempo” – risalente al 1901 ritrovata qualche un paio di settimane fa all’interno di una statua della Old State House, antico edificio della capitale del Massachusetts. All’apertura della scatola, grande quanto una moderna scatola da scarpe, hanno assistito i membri della Bostonian Society e numerosi fotografi che hanno immortalato l’evento. 

capsula del tempo boston (2)
Photocredit: cbsnews.com

IL MISTERO DEL LIBRO ROSSO – La scatola di rame, annerita dal tempo e ancora perfettamente sigillata, era posta in un vano della testa del leone dorato, appena sotto la corona. Gli esperti presenti hanno seguito con il cuore in gola l’apertura della scatola che conteneva – con grande sorpresa di tutti – un fascio di carte e un misterioso libo rilegato con una copertina rigida di colore rosso vermiglio. Né sulla costa né sulla copertina sono state notate incisioni di nessun tipo: il volume, come il resto del contenuto della scatola, sembra essere piuttosto fragile e per questo nulla è stato toccato: tutto verrà esaminato nei prossimi giorni in un ambiente protetto ma, per il momento, il contenuto del misterioso libro rosso resta un mistero.

 

LEGGI ANCHE: Cosa succede se qualcuno urla “ho l’Ebola” su un volo di linea

 

CAPSULA DEL TEMPO – Come spiega la CBS, la scatola sarebbe stata sistemata nella statua del leone nel 1901 ed era stata scoperta un paio di settimane fa, dopo che la statua era stata tolta dalla sua collocazione per alcuni interventi di manutenzione. Chi l’abbia messa lì dentro e perché resta ancora da chiarire, così come la natura dei documenti e delle informazioni che l’autore della capsula del tempo ha voluto far arrivare fino a noi. Brian LeMay, presidente della Bostonian Society, si è detto «deliziato dalla scoperta» mentre l’archivista Elizabeth Roscio ha spiegato che tutto il materiale sarà analizzato e inventariato in buste speciali prive di acidi che possano danneggiare quelle antiche carte. Nonostante gli esperti fossero sulle tracce di quella scatola da molti anni, seguendone le tracce nei documenti dell’epoca, nessuno si sarebbe mai aspettato di trovarci anche un libro: il prossimo passo sarà sapere cosa contiene.

(Photocredit copertina: cbsnews.com)