|

Gli estremisti di destra ucraini gettano i corrotti nella spazzatura

Si può considerare la Trash Bucket Challenge, opera dei giovani della formazione ucraina di destra Pravy Sektor, come propaganda elettorale. I video con i politici corrotti sgridati pubblicamente e poi buttati nei cassonetti hanno un discreto successo, anche se poi la pratica non sembra in grado d’incidere su una realtà nella quale le formazioni estremiste come queste risultano marginali nel grande gioco della politica a Kiev.   

I CORROTTI NELLA SPAZZATURA –  Il candidato di Pravy Sektor,  Dmytro Yarosh, ha preso appena l’1% alle recenti presidenziali, meglio ha fatto il Partito Radicale di Oleh Lyashko il 10%, ma nessuna delle due formazioni sembra possa aspirare a far di meglio alle prossime elezioni parlamentari, fissate per la fine del mese. Così quelli di Pravy Sector hanno pensato bene di istituzionalizzare quella che era nata come una trovata estemporanea il 16 settembre scorso, quando per protestare conto il voto del parlamento che ha concesso l’autonomia amministrativa alle regioni ribelli dell’Est, hanno pensato bene di gettare nella spazzatura il deputato Vitaly Zhuravsky.

LEGGI ANCHE: Proteste a Kiev, un deputato gettato nella spazzatura

COME UNO SPOT – La grande eco, anche internazionale, avuta dal gesto deve averli ispirati e così hanno continuato gettando altri politici, variamente «corrotti» nei bidoni della spazzatura, riprendendo tutto e poi pubblicando i video su YouTube. La chiamano Trash Bucket Challenge e obbiettivamente non è uno spettacolo degno di un paese civile, anche se molti ucraini approvano questa specie di moderna messa alla berlina.

NON SEMPRE VA BENE – La pratica poi è comunque pericolosa, perché non tutti si lasciano intimidire e gettare senza fare resistenza e spesso scatta la rissa, per non parlare di quanti hanno una guardia del corpo o dovessero risultare armati, il potenziale per provocare una disgrazia o qualcosa di peggio c’è tutto e se finora una dozzina di politici sono stati cestinati senza conseguenze peggiori si deve solo al caso.

NON PORTA VOTI – Un’azione «anti-casta» si direbbe da noi, mirata a quanti sono accusati di essersi arricchiti sotto il governo Yanukovich, condotta però con i modi dell’estrema destra squadrista, tanto che nonostante le azioni di questo tipo risultino gradite a parecchi ucraini, il Pravy Sector rimane ancorato all’1% anche nei più recenti sondaggi.