|

“La scelta di Catia”: su Rai3 la docufiction su Mare Nostrum

Catia Pellegrino, 37 anni e il ruolo di comandante a bordo del pattugliatore Libra, una delle navi della Marina Militare impiegata nell’operazione Mare Nostrum. È lei la protagonista di “La scelta di Catia – 80  miglia a sud di Lampedusa” la docufiction realizzata da H24 per Rai Fiction e il Corriere della Sera in collaborazione con la Marina Militare Italiana, che andrà in onda stasera nella prima serata di Rai 3.

Photocredit: Rai3
Photocredit: Rai3

LA DOCUFICION SU MARE NOSTRUM – Una docufiction già proposta negli ultimi giorni sul sito del Corriere della Sera, sotto forma di webseries, in cui vengono mostrate le operazioni di pattugliamento e di soccorso dei barconi pieni di migranti che tentano di raggiungere le coste della piccola isola siciliana. Operazioni che, per quanto riguarda il Libra, sono coordinate proprio dal comandante Pellegrino, prima donna al comando in una nave militare italiana, che si racconta anche attraverso il proprio lavoro.

 

LEGGI ANCHE: Tfr in busta paga: il piano di Matteo Renzi

 

LO SPETTRO DI UN’ALTRA STRAGE DI MIGRANTI – Un prodotto editoriale interessante, ideato da Mauro Parissone per la regia di Roberto Burchielliche, come spiega Rai3, propone un racconto girato in presa diretta ma che procede per flashback: è infatti la stessa Catia Pellegrino a tornare indietro nel tempo, ricordando le varie fasi della missione Mare Nostrum.

Tutto il suo equipaggio deve lavorare senza sosta perché queste vite siano portate in salvo. Il Libra non è una nave qualsiasi. E’ quella che l’11 ottobre dello scorso anno ha salvato 214 migranti durante un terribile naufragio. Una data storica da cui è nata l’operazione Mare Nostrum. E quella di Catia è una missione importante, epocale, che lei alimenta con il fantasma di quell’11 ottobre: impedire ad ogni costo che quella tragedia si ripeta, che riaccada qualcosa di simile a quel giorno, quando ha dovuto guidare la nave tra i morti galleggianti per raccogliere i vivi.

 

(Photocredit copertina: Rai)