|

Garlasco, la perizia sulle unghie di Chiara Poggi: trovate tracce di due uomini

La perizia sulle unghie di Chiara Poggi, chiesta dall’accusa, ha dato un risultato inaspettato: non solo il cromosoma Y non è di Alberto Stasi, ma ce ne sono addirittura due. Chiara Poggi, nelle sue ultime ore di vita, è stata quindi avvicinata da due uomini. I risultati sono scientifici e si traggono dalle tabelle della perizia realizzata all’Università di Genova che Settimanale Giallo ha visto in anteprima. Ora ci si chiede chi siano questi uomini e perché non si siano mai fatti avanti per dire di aver avuto un qualche tipo di contatto con Chiara. Il retroscena sul delitto è stato rivelato dalla testata citata.

Screenshot via Cairo Editore/Giallo
Screenshot via Cairo Editore/Giallo

LE ANALISI – Il laboratorio di Genova ha “sciolto” in una soluzione le unghie e ha cercato dentro questa soluzione solo Dna maschile. Poi gli scienziati hanno chiesto il Dna ad Alberto Stasi, che si è sottoposto al prelievo spontaneamente. L’idea dell’accusa era quella di confrontare i due profili, in modo da poter attribuire ad Alberto il cromosoma Y che si fosse nel caso trovato.

Leggi anche: Garlasco, parlano i periti: «Per Stasi quasi impossibile non sporcare le scarpe»

IL PARERE DELL’ESPERTA DI “GIALLO” – Secondo Marina Bridi, biologa e specialista in Genetica medica che ha guardato per Giallo i risultati scientifici «guardando le tabelle della perizia si può dire che sono stati individuati dei profili misti. Profilo misto significa depositato da più persone, in questo caso da più uomini, perché l’analisi è specifica del cromosoma y».

(Photocredit: screenshot via Cairo Editore/Giallo & LaPresse)