|

Cineblog01 oscurato: ma è già tornato online

Non è durata che poche ore la “sparizione” dal web di Cineblog01, uno dei principali siti italiani che offre i collegamenti diretti ai film in streaming e i link per scaricarli illegalmente. Un sito che la maggior parte del web italiano conosce piuttosto bene e che ieri, per la terza volta dall’inizio dell’anno, è stato oscurato dagli uomini della Guardia di Finanza. Ma, un attimo dopo lo stop forzato, un sito gemello – con un indirizzo diverso – era già ricomparso online con tanti di re-indirizzamento automatico.

Spencer Platt/Getty Images
Spencer Platt/Getty Images

CINEBLOG01 OSCURATO, COMPARE IL SITO GEMELLO – Il cambiamento più evidente, almeno per gli utenti meno esperti è stato un repentino cambio di grafica e di nome: da Cineblog01 il sito è stato rinominato e anche l’indirizzo è cambiato di conseguenza. Ma cercando di accedere al primo sito – ormai oscurato – si finisce automaticamente sulla nuova versione che presenta gli stessi contenuti del precedente. E tuttavia non è lo stesso sito: per sottoporlo a sequestro, quindi, le autorità dovranno ripercorrere tutto l’iter necessario, impiegandoci dei mesi.

 

LEGGI ANCHE: Mika contro Apple: «Gli U2? Un regalo troppo invasivo»

 

CINEBLOG01 OSCURATO PER LA QUINTA VOLTA – Per la legge italiana, i siti di indexing come Cineblog01 sono lesivi dei diritto d’autore, perché condividono collegamenti web che puntano a contenuti audiovisivi disponibili in un altro punto della rete, contenuti che possono essere visti o scaricati senza che la Siae incassi una percentuale, come invece accade con l’acquisto e il noleggio “regolare” e a pagamento. Non è la prima volta che Cineblog01 viene sottoposto a sequestro: dal 2012 ad oggi il sito è già stato oscurato cinque volte. Per poi ricomparire poco dopo con un nuovo indirizzo, senza che il traffico sulle proprie pagine web subisca scossoni.

 

(Photocredit copertina: AP Photo/Petros Giannakouris)