|

Robin Williams, parla Billy Connolly: «Mi ha chiamato prima di morire»

Solo ora Billy Connolly, amico di Robin Williams e comico ha deciso di raccontare dell’ultima telefonata avuto con l’attore scomparso lo scorso mese di agosto. «Ho capito che mi stava dicendo addio», racconta Connolly. «Eravamo abituati a parlare molto di Parkinson», malattia che aveva colpito entrambi «Ci confrontamo spesso sull’argomento. Mi chiamava, era una cosa abituale».

 

Nella foto: Billy Connolly (LUKE MACGREGOR/AFP/Getty Images)
Nella foto: Billy Connolly (LUKE MACGREGOR/AFP/Getty Images)

 

LEGGI ANCHE: Robin Williams e il videomessaggio mandato alla ragazza malata di cancro

 

L’ULTIMA TELEFONATA CON ROBIN WILLIAMS – Secondo Connolly però – riporta il Telegraph – in quell’ultima chiamata Williams «Aveva una voce diversa». «Ci siamo detti a vicenda che ci volevamo bene. Io gliel’ho detto molte volte e lui ha fatto lo stesso. Ma alla fine della conversazione lui era particolarmente amorevole, mi ha detto: “Ti voglio bene come a un fratello”. “Lo so”, gli ho risposto». Per Connolly, questio era il «Suo modo di dire addio», spiegando anche che «Era un amico, non era sempre depresso. Era un uomo complicato, ma una bellissima persona. Era una gioia». Connolly poi ha parlato del Parkinson, la malattia che lo affligge: «Il Parkinson mi colpisce nella vita di tutti i giorni. A volte non riesco a suonare il mio banjo così come facevo prima, perché la mia mano sinistra non si muove, Ma mi rifiuto di essere fermato dalla malattia. Devo solo andare avanti con la mia vita, è solo un altro ostacolo sul sentiero».