|

Otto e mezzo: Lilli Gruber non è andata in onda in segno di protesta contro Cairo e Floris?

Secondo quanto riportato da “Il Foglio”, Lilli Gruber non avrebbe avuto un improvviso malore che le ha impedito di andare in onda con “Otto e Mezzo”, ma si sarebbe trattato di una forma di protesta della conduttrice contro l’invadenza di Giovanni Floris. Infatti l’ex conduttore di Ballarò aveva invitato in studio la ministra Stefania Giannini alle 19,40 (che è anche il nome del suo programma) per commentare l’apertura dell’anno scolastico. Con questa mossa Floris avrebbe bruciato “Otto e mezzo”, che doveva affrontare il medesimo tema, ovvero la riforma della scuola, cosa che ha fatto andare su tutte le furie la Gruber.

Foto: Spada/LaPresse
Foto: Spada/LaPresse

Leggi anche: Otto e mezzo salta ancora: giallo su Lilli Gruber

LA TELEFONATA CON CAIRO – La conduttrice avrebbe poi avuto un confronto telefonico con Cairo, durante il quale gli avrebbe fatto pesare i suoi ascolti, circa il 5 %, mentre Floris viaggia intorno al 2 %, arrivando anche a valutare la possibilità di trasferirsi a Rai 3, il cui direttore la corteggerebbe da tempo. Durante la telefonata con l’editore, la conduttrice avrebbe anche sottolineato il fatto che il programma “19.40”  ricalcasse in maniera pigra il modulo di “Otto e mezzo”.

(Photocredit: Roberto Monaldo/LaPresse & Spada/LaPresse)