|

Siria, vaccini contaminati: almeno 36 bambini morti

Allarme sanitario in Siria, dove almeno 36 bambini negli ultimi giorni sono morti in seguito alla somministrazione di vaccini contro il morbillo contaminati. La vaccinazione era stata effettuata nell’ambito di un programma dell’Organizzazione mondiale della sanità ed è stata prontamente sospesa non appena sono stati accertati i primi decessi.

 

I feriti dai cecchini  dell'esercito siriano(Foto da archivio LaPresse)

 

I FLACONI CONTAMINATI – Come spiega The Telegraph, Le morti sono avvenute in una zona della Siria settentrionale controllata dai ribelli che si oppongono al regime di Bashar al Assad, nei pressi delle città di Jirjanaz e di Maarat al Numan, nella provincia di Idlib. A confermare quanto accaduto è stato l’Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando che alcune decine bambini sono deceduti mentre altri sono stati ricoverati perché presentavano i sintomi di avvelenamento. La campagna di vaccinazione, cominciata lunedì, era condotta dall’Assistance coordination unit, una sezione della coalizione di opposizione siriana che si occupa di assistenza sanitaria. Preoccupazione viene ora manifestata da diverse associazioni umanitarie, come l’Uossm, che unisce dieci organizzazioni non governative e indipendenti attive in Siria. «I bambini muoiono molto rapidamente», ha fatto sapere il coordinatore di Uossm Daher Zidan. Gli esperti dicono che la causa più probabile delle morti è la contaminazione del vaccino. Il programma dell’Oms prevede protezione dal morbillo per 1,6 milioni di bambini e la stessa Organizzazione mondiale della sanità ha parlato in queste ore di esigenza di effettuare controlli.

IL SOSPETTO DELL’AVVELENAMENTO DA CIANURO – Alcuni simpatizzanti dell’opposizione siriana di sono spinti fino a postare le immagini dei bambini in find i vista sui social network alimentando il sospetto che siano stati alcuni agenti del regime ad adulterare i vaccini, utilizzando cianuro. L’ipotesi non sembra infondata. Mohammed Mowas, un medico siriano che lavora in Turchia ha spiegato che tra i sintomi della somministrazione di vaccino contaminato vi è il progressivo rallentamento del battito cardiaco simile all’avvelenamento da cianuro. Oltretutto ora si teme che il bilancio delle vittime possa aggravarsi. Ogni flacone del vaccino contiene 40 dosi e i medici sospettano che siano state contaminate due bottiglie. L’organizzazione umanitaria Save The Children si è detta «sconvolta» e «profondamente rattristata» da quanto accaduto.

LA REGIONE CONTROLLATA DAI RIBELLI – Idlib è una roccaforte dei ribelli che ha resistito all’avanzata in Siria dello Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (Isis) e di al Qaeda nelle regioni non controllate dalle truppe del regime di Assad.