|

Maurizio Crozza a Floris: «’diMartedì’? C’è ‘Ballarò’!»

È cominciata con l’imitazione di Matteo Renzi la copertina di Maurizio Crozza che ha aperto la prima puntata della nuova trasmissione di Giovanni Floris diMartedì, in onda su La7. «Signori miei, lasciatemi spiegare ancora una volta il programma dei Mille Giorni già spiegato in Europa, in Egitto, nelle scuole, in Parlamento… a furia di ripeterlo quasi quasi ci credo anch’io», ha detto il comico nelle vesti del presidente del Consiglio. Poi sono arrivate battute rivolte al conduttore. Facendogli gli auguri per la sua avventura su La7 Crozza a Flori ha detto: «Genialata chiamarlo diMartedì… ‘Quando c’è Floris?’… ‘diMartedì’… ‘Sì, certo, diMartedì c’è Ballarò’… ‘No, c’è martedì’.. ‘Sì, Ballarò, di martedì’… ‘No diMartedì, di martedì’… ti rendi conto che hai trovato l’unico nome che riesce a far dire ‘Ballarò’? Ma i tuoi figli come li hai chiamati? Quello nato a marzo e ‘Quello più piccolo’ di ‘Quello di prima’?». Poi è arrivata l’imitazione di Sergio Marchionne: «A Montezemolo ho dato una mancia, una cosa simbolica». Alla fine Crozza si è trasformato nei leader sindacali Maurizio Landini e Susanna Camusso, protagonisti di un selfie con una vecchia Polaroid.

 

maurizio crozza dimartedì 2

 

(Foto da Youtube / canale diMartedì)