|

Città metropolitane: a Roma al M5S l’aiutino di Alfio Marchini (e del Pd)

Alfio Marchini ha sottoscritto la lista 5 stelle per le città metropolitane. L’annuncio arriva direttamente dalla pagina facebook del popolare imprenditore romano. «Abbiamo deciso di sottoscrivere la lista del Movimento 5 Stelle per il nuovo consiglio metropolitano così da consentir loro di partecipare a queste elezioni. Non vi è alcun accordo politico, ma solo una irrinunciabile battaglia di democrazia».

L’INVITO DEI 5 STELLE – Ebbene sì l’invito sarebbe, a detta del noto capitolino, partito dalle fila pentastellate. «Ci hanno detto che senza il nostro supporto non sarebbero stati in grado di presentare le liste per mancanza di quorum. Questa legge pessima, oltre a non dar voce direttamente ai cittadini che ancora una volta sono privati del loro diritto di voto, di fatto non consentirebbe ad una forza presente in modo importante tra i cittadini di partecipare alle elezioni».

ANCHE PANECALDO (PD) FIRMA PER I 5 STELLE – «’Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo’. Questo magnifico aforisma attribuito a Voltaire, che bene incarna la vocazione di ogni democratico verso la tutela per tutti, alleati e oppositori, dell’agibilità degli spazi di democrazia, è oggi estremamente calzante e attuale». Anche Fabrizio Panecaldo, coordinatore PD della maggioranza in Campidoglio ha firmato per i 5 stelle. «Il M5S, che non è ancora entrato nella gran parte dei consigli dei Comuni che costituiranno la Città metropolitana, ha evidenti difficoltà a raggiungere il numero di firme di consiglieri utile per presentare la propria lista alle elezioni del Consiglio metropolitano. Se questo problema ‘tecnico’ dovesse determinare la loro esclusione dal confronto elettorale, ciò rappresenterebbe una sconfitta per tutti i sinceri democratici e un grave danno per i più elementari diritti di partecipazione». «Da membro del Pd, partito che da sempre si batte per la difesa degli spazi di democrazia, ho deciso pertanto di firmare per la lista del M5S – aggiunge – contribuendo al raggiungimento del numero di firme indispensabile alla loro partecipazione. E’ chiaro che questa mia scelta poggia sull’acquisito deposito della lista del nostro partito, e sul fatto che voterò con convinzione i candidati scelti dal Partito Democratico: essa va quindi giudicata guardando alla sua sostanza democratica, e non certo pesata con la bilancia del salumiere».

ECCO LA LISTA M5S E I NOMI – La lista capitolina dei 5 stelle è stata presentata in tempo stamane a Palazzo Valentini, in via IV Novembre. La delegazione si trovava in compagnia di un piccato Alessandro Di Battista: «Tanti consiglieri del Pd di Roma e provincia hanno preferito dare le proprie firme a Ncd di Alfano piuttosto che a noi, visto che governano anche insieme». Eppure il sostegno giusto è arrivato: anche dai più “impensabili”. Ora per il Movimento corrono Angelo Capobianco, Marilena Checchi, Daniele De Sisti, Emanuele Dessì, Marcello De Vito, Andrea Galati, Matteo Manunta, Dario Menditto, Federica Mercanti, Valerio Novelli, Antonio Pucci, Enrico Stefano. «Vogliamo ringraziare Magi e Onorato – spiega il 5 stelle De Vito – e in modo particolare il consigliere di maggioranza Fabrizio Panecaldo che è stato l’unico del Partito democratico romano a dimostrare senso democratico e rispetto per le istituzioni, garantendo con la sua firma la partecipazione del Movimento Cinque Stelle a dispetto di una legge elettorale iniqua e totalmente antidemocratica. Allo stesso modo ci teniamo a ringraziare tutti i consiglieri delle altre liste degli altri Comuni».

(Copertina Foto Roberto Monaldo / LaPresse)