|

Daniza, parla il fungaiolo: «Mi insultano anche i bambini»

Sin da ieri alcuni fastidiosi strascichi della vicenda di Daniza, orsa morta in seguito all’anestesia dopo una caccia di un mese, lanciavano alcuni campanelli d’allarme. Sul web erano comparsi infatti nome e numero sia del fungaiolo che ha dato il via a tutto, aggredito dall’animale perché troppo vicino ai suoi cuccioli, sia del veterinario che aveva sedato l’animale, colpevole di averlo ucciso.

GLI INSULTI – Oggi La Stampa raccoglie lo sfogo dell’uomo, di ritorno da un colloquio con i carabinieri in seguito alle minacce ricevute:

«È un mese che mi maltrattano, ricevo minacce e insulti anche dai bambini sui social network, su Facebook, ovunque. Basta, voglio solo uscire da questa storia». «Ho raccontato della mia disavventura, non ho chiesto che l’orso venisse abbattuto, eppure…». Il Web gli scarica addosso di tutto, gli attribuisce la responsabilità dell’uccisione dell’orsa.