|

#Staiserena: la Dandini è tornata in Rai. In radio (per ora)

Sorridente, dentro la Rai che lasciò con un po’ di amaro. Serena Dandini torna alle origini e lo fa partendo dagli studi radiofonici di Via Asiago per dar vita alla sua nuova creatura di Radiodue #Staiserena. Un titolo che sembra quasi un esorcismo.

«Autoironico – spiega – in Italia dire “stai sereno” a qualcuno sembra quasi un avvertimento. Mi piaceva questo gioco. Diciamo che trasmettiamo in un punto della giornata in cui uno è ancora abbastanza teso. Quindi serenità: perché no?»

“Dosi omeopatiche” le chiama la Dandini, una sorta di caos calmo già conosciuto nei salotti di prima serata. Il direttorissimo di Radio Rai Nicola Sinisi l’ha un po’ “intrappolata” mentre Dandini calcava ancora i palcoscenici nel tour “Ferite a morte” dedicato alla piaga del femminicidio.

Cosa le ha fatto cambiare idea? «Rientrare in Rai che io ho sempre amato e ricreare quel gruppo che diciamo si era un po’ disperso. Un po’ come quando i Blues Brothers vanno a ricercare la band. Ho fatto questo, che è la cosa più importante».

Serena Dandini in conferenza per il nuovo programma radiofonico #stai serena

DI CHE SI TRATTA – La tv richiede subito ascolti alti, determinati limiti e poco spazio. Secondo Dandini «in radio si può ancora sperimentare».

Così va avanti il “programma omeopatico” di Serena in un orario in cui i radioascoltatori devono ancora attraversare una lunga giornata (15/16.30). Ci sarà l’economia spiegata semplice semplice da parte di Andrea Baranes (presidente della Fondazione Culturale Responsabilità Etica) e l’arte con le parole di Costantino D’Orazio. Ivan Cotroneo avrà invece una rubrica chiamata “Le cose belle” per raccontare quello che di buono c’è ancora in America mentre Roy Paci parlerà (strano ma vero) di gastronomia ospitando diversi chef. Tante le voci per Serena: da Edoardo Ferrario, autore della web serie Esami a Rosaria Porcario (che lavorò con la Dandini ai tempi dell’Ottavo Nano). C’è anche il rischio che faccia qualche salto l’amico Corrado Guzzanti («che abita qualche via più in là»).

guarda la videointervista:

NO AL GUFO? – Il venerdì ci sarà invece la puntata deluxe con in studio la band L’orchestraccia e tanti artisti che si alterneranno. Per la prima puntata saranno ospiti Niccolò Fabi, Max Gazzè e Daniele Silvestri. E per chi si salterà qualche puntata il pomeriggio verranno caricati on line un videoriassunto con il meglio della settimana. Ogni tanto in conferenza è spuntato il verso del gufo. Compariva nell’audio della sala ogni volta che il pessimismo prendeva una brutta piega. Che cosa è? «C’è questo gufo – ha spiegato Dandini scherzando con la stampa – che il governo offre la Rai ogni qual volta… No, dai, non bisogna gufare», sorride. «Vediamo quante volte uscirà fuori questo gufo». Serena è pronta e stavolta, come le altre, non si pone limiti.

(Immagini Claudio Bernardi/LaPresse)