|

È morta Joan Rivers, Signora della tv americana

Joan Rivers, uno dei volti più noti e amati della televisione a stelle e strisce, è morta ieri a New York all’età di 81 anni. L’attrice e comica statunitense, conduttrice di Fashion Police e protagonista del reality Joan e Melissa, era in coma già da una settimana: la donna era stata ricoverata al Mount Sinai di New York per sottoporsi a un intervento alla gola, ma durante l’operazione erano sorte delle complicazioni. Da quell’intervento, la Rivers non si è più svegliata. L’annuncio della morte è stato dato dalla figlia Melissa, co-protagonista dello show trasmesso dalla tv via cavo WEtv.

MARK RALSTON/AFP/Getty Images
MARK RALSTON/AFP/Getty Images

JOAN RIVERS È MORTA: «SI È SPENTA SERENAMENTE» – Nel suo annuncio Melissa spiega che la madre si sarebbe «spenta serenamente» nel primo pomeriggio di giovedì, circondata dalla sua famiglia e dagli amici più intimi. «La gioia più grande di mia madre – ha aggiunto Melissa – Era far ridere le persone. Nonostante adesso sia una cosa difficile da fare, so che il suo ultimo desiderio era quello di vederci tornare presto a ridere».  Secondo quanto riportato da TMZ, le autorità avrebbero aperto un’inchiesta per chiarire le cause esatte della morte dell’attrice.

Guarda le foto:

JOAN RIVERS: LA CARRIERA E IL SUCCESSO – Sposatasi due volte e infine rimasta vedova dopo il suicidio del suo secondo marito, il produttore Edgar Rosenberg, Joan Rivers aveva cominciato la propria carriera televisiva verso la fine degli anni Cinquanta, apparendo in diversi programmi televisivi fino a diventare ospite fissa del Tonight Show e conducendo una puntata del Saturday Night Live nei primi anni Ottanta. Il passo verso la consacrazione è breve: qualche anno più tardi Fox le affida la conduzione del The Late Show Starring Joan Rivers, facendo di lei la prima donna del piccolo schermo americano a condurre un talk show tutto suo su un network nazionale. Amica intima di Johnny Carson, la Rivers si afferma grazie alla sua comicità dissacrante, spesso alla base di furiose polemiche. Soltanto all’inizio dello scorso luglio, rispondendo a un giornalista, aveva dichiarato che il presidente Barack Obama sarebbe stato gay, riferendosi anche alla moglie Michelle come a un transessuale. La conduttrice si era poi scusata, ma la polemica aveva imperversato per giorni.

 

LEGGI ANCHE: Venezia, al Lido scoppia il caso Belen

 

JOAN RIVERS È MORTA: L’ADDIO DI KELLY OSBOURNE – La notizia della morte di Joan Rivers è stata seguita da centinaia di messaggi di cordoglio da parte di volti noti dello star system americano e dei tanti fan della conduttrice che hanno lasciato un fiore sulla sua stella lungo la Hollywood Walk of Fame di Los Angeles. Commosso anche l’addio di Kelly Osbourne – che insieme alla Rivers conduceva il programma di gossip Fashion Police, dedicato all’abbigliamento e allo stile delle star – che l’ha salutata ricordando l’eredità comica di Joan:

Non solo era il mio capo, lei era e sarà sempre la mia maestra, la mia terapista, la mia amica più intima, la mia ispirazione e l’unica nonna che abbia mai avuto. Era la mia famiglia e non la dimenticherò mai. Ridere per un po’ sarà difficile ma quando sarò triste o preoccupata quello che dovrò dare sarà pensar e a Joan e un sorriso mi attraverserà il volto. Le risate sono quello che lei ci ha dato, e ridere è quello che lei vorrebbe che facessimo in suo ricordo. Mi mancherà molto e sentirà per sempre la sua voce che mi diceva “Mia cara, esci da qui e sii te stessa”.

(Photocredit copertina: AP Photo/Dan Steinberg – LaPresse)