|

Bambini picchiati e insultati in classe a Palma Campania: tre maestre arrestate

Carmela Graziano, 59 anni, di Palma Campania. Giovanna Donnarumma, 39 anni, di San Gennaro Vesuviano. Rosa Ambrosio, 38 anni, di Castellammare di Stabia. Sono le tre maestre arrestate stamattina in provincia di Napoli con l’accusa di aver ripetutamente picchiato e insultato alcuni alunni dell’istituto comprensivo per l’infanzia «Vincenzo Russo» di Palma Campania. Le tre docenti sono state incastrate dalle immagini registrate dalle telecamere nascoste presenti in aula, accuratamente collocate dai carabinieri di Nola, e sono finite ai domiciliari su disposizione della Procura della Repubblica di Nola. Ora dovranno difendersi dall’accusa di maltrattamenti aggravati.

LIVIDI E LESIONI AGLI ALUNNI – Le indagini erano cominciate dopo la denuncia della madre di una delle giovanissime vittime, tornata a casa con lividi e lesioni sul corpo. A quanto si apprende sarebbero ben 66 gli episodi di violenza compiuti ai danni dei bambini testimoniati dalle risprese audovisive. Gli inquirenti parlano chiaramente di «ripetuti attacchi fisici e verbali, con strattoni, spinte, schiaffi al capo e conseguenti ematomi e lividi, anche agli occhi». Ma anche di «insulti, imprecazioni, espressioni dispregiative» che le maestre avrebbero rivolto agli alunni. Dalle immagini inoltre sarebbero emersi anche episodi di negazione dei servizi igienici agli allievi. Secondo gli inquirenti i comportamenti delle insegnanti cusavano un «gravissimo turbamento psicologico, di straordinaria gravità». Alcuni bambini, dopo aver subito i maltrattamenti, venivano lasciati in disparte dal resto della classe, in silenzio, «consolati solo dalla carezza di qualche compagno». In un altro caso, infine, una alunna disabile veniva tenuta su un seggiolone «estraniata da ogni attività collettiva, e addirittura bloccata nelle sue aspirazioni di coinvolgimento nelle dinamiche complessive».