|

Gabriel Batistuta racconta il suo dramma: «Volevo tagliarmi le gambe»

Durante un’intervista all’emittente argentina Tyc Sports Gabriel Batistuta ha rilasciato delle dichiarazioni shock sul suo stato di salute, raccontando di non aver più cartilagini e tendini: «Quando ho smesso col calcio – racconta Batigol – nel giro di poco tempo non riuscivo più a camminare. Il male era insopportabile. Il mio problema è che non ho cartilagini e tendini: i miei 86 chili si appoggiano sulle ossa e questo mi faceva morire dal male. Poi pian piano la situazione è migliorata».

Leggi anche: Serie A, il borsino del calciomercato: chi sale e chi scende a 3 giorni dal via

«VOLEVO TAGLIARMI LE GAMBE» – Batigol ha parlato del difficilissimo periodo passato, durante il quale è anche arrivato a chiedere al medico di tagliargli le gambe: «Sentivo talmente tanto dolore alle gambe, che non riuscivo a muovermi e mi urinavo addosso. A un certo punto ho chiesto al mio medico di tagliarmi le gambe. Ho visto Pistorius e pensavo che quella potesse essere la soluzione. Lui mi ha detto che sono pazzo, mi ha operato alla caviglia, ma non è migliorata molto la situazione».

(Photocredit: screenshot via Youtube/TycSports)