|

«Fingere che Paul Walker fosse sul set con me è una cosa pesante»

«È una cosa strana, che non ti insegnano quando impari a recitare: piangere una persona e allo stesso tempo fingere di avere quella persona accanto a te sul set, e di recitarci insieme». È un Vin Diesel profondamente commosso quello che torna a parlare di Paul Walker, amico e suo co-protagonista nella serie di Fast and Furious, morto lo scorso 30 novembre in un incidente d’auto a Los Angeles.

Paul Walker (1973-2013)  Foto: Stuart C. Wilson/Getty Images for Universal Pictures
Paul Walker (1973-2013) Foto: Stuart C. Wilson/Getty Images for Universal Pictures

«IO E PAUL SIAMO DIVENTATI FAMOSI INSIEME» – Ospite di Live With Kelly and Michael, Diesel ha raccontato quanto sia stato difficile ultimare le riprese di Fast and Furious 7 dopo la tragica morte di Walker, ma sopratutto di quanto senta la mancanza dell’amico, del quale parla come di un fratello:

È una cosa pesante. Sono cresciuto nel mondo dei buttafuori ed è capitato che qualcuno morisse mentre facevamo il nostro lavoro. Ma la fratellanza tra me e Paul Walker era qualcosa di completamente diverso. Era qualcosa che… Siamo diventati famosi insieme e abbiamo rappresentato insieme il più grande dei franchise, era il mio compagno ed è una cosa strana… Recito da una vita e questa cosa non te la insegnano, piangere qualcuno e allo stesso tempo fingere che sia nella stessa scena con te.

Guarda il video:

 

 

LEGGI ANCHE: Beyoncé rivela perché sua sorella ha picchiato Jay Z?

 

COSA NE SARÀ DI BRIAN O’CONNER? – Come spiega BuzzFeed, dopo uno stop di qualche mese in seguito alla morte di Walker, le riprese di Fast and Furious 7 sono state completate unendo alle scene già girate quelle nuove realizzate attraverso l’uso di effetti speciali e grazie alla collaborazione dei fratelli di Paul Walker, Caleb e Cody, che si sono prestati a fare da controfigura al fratello. Il personaggio di Il film sarà in sala il prossimo aprile e, come già annunciato dagli sceneggiatori, il personaggio di Brian O’Conner uscirà di scena per sempre, ma non sarà ucciso: andrà semplicemente “in pensione”.

 

(Photocredit copertina: Ralph Orlowski/Getty Images)