|

Tridente: Piazza di Spagna da lunedì sarà totalmente pedonale

Lunedì prossimo scatterà la pedonalizzazione completa di piazza di Spagna. Niente più taxi, Ncc, auto blu e minubus. Divieto di transito dunque fino a metà di via Condotti e via del Babuino, già chiusa per lavori di ripavimentazione. Questo il primo passo della pedonalizzazione del Tridente che vedrà il suo epilogo il 30 novembre, come previsto dall’agenda del Campidoglio. «Tutto procede bene – spiega a Repubblica l’assessore capitolino ai trasporti Guido Improta – Nei prossimi giorni si inizieranno a varare anche i dispositivi di circolazione nella zona, ma gli effetti si potranno vedere a dicembre».

MINI ZTL – Per garantire il rispetto dei divieti, all’interno del Tridente verrà creata una Ztl con 4 varchi, 3 telecamere e 30 dissuasori mobili. I varchi saranno poste all’ingresso di via di Ripetta, sul lato adiacente piazza del Popolo, in via del Corso, all’angolo con via Vittoria, all’incrocio tra via Capo le Case e via Due Macelli e su via della Trinità de’ Monti. L’accesso sarà consentito solo a mezzi pubblici, residenti e veicoli elettrici.

tridente

GLI ESERCENTI – I negozianti del Tridente accolgono di buon grado la pedonalizzazione della zona. Un sondaggio di Confcommercio stima che il 68,5% dei commercianti si sia dichiarato favorevole alla chiusura al traffico, ma non senza preoccupazioni. Il 30,8% degli intervistati chiede che, prima della completa pedonalizzazione, vengano predisposti parcheggi alternativi per le vetture. Il 25,9% chiede che vengano aumentati i controlli oltre alla tutela del decoro del centro. Fondamentale la lotta all’abusivismo, il 57,1% degli esercenti si è detto certo del rischio degrado conseguente ad una blanda politica di interventi contro gli irregolari. «Il nostro timore – ha detto al Messaggero il presidente di Confcommercio Roma, Rosario Cerra – è che senza dei criteri giusti si possa correre il rischio di trasformare l’intera area pedonalizzata in un grande suk».