|

Le quattro persone da seguire assolutamente sui social network

La selezione è stata rigidissima. Solo dopo uno studio molto accurato e non senza dispiacere per gli esclusi, siamo riusciti a scegliere uno e un solo esponente per ogni social network. Tra i criteri di valutazione per l’assegnazione dei “Giornalettismo award” gli alti meriti nel “mondo dell’internet” e la capacità di strapparci un sorriso anche nei giorni più neri.

FACEBOOK: GIANNI MORANDI – Commendatore al Merito della Repubblica Italiana e showman, Gianni Morandi cura una delle pagine più soddisfacenti della storia del social network. La sua. Di una spontaneità disarmante, sempre sorridente e pieno di buoni propositi il cantante bolognese rende migliori le giornate del suo (quasi) milione di fan. I suoi autoscatti parlano per lui, raccontano la vita intensa di un uomo in pausa dal caotico mondo dello spettacolo. Parla della sua famiglia, della bella moglie Anna e di suo figlio Pietro. La visualizzazione del suo profilo è consigliata nei momenti di depressione perchè Gianni Morandi riesce a farci apprezzare le piccole gioie della vita, come quelle di uno scoordinato stretching mattutino. Grazie Gianni.

YOUTUBE: ANDREA DIPRE’ – “Il prof. avv. Andrea Diprè è nato a Tione di Trento il 9 novembre del 1974 e si divide tra Milano, Firenze, Roma e New York. Brillante critico e competente storico dell’arte, è profondo conoscitore dell’arte rinascimentale e manierista.” Questo un estratto della sua biografia ufficiale, l’unica notizia confermata tuttavia è che sia nato a Tione di Trento. La sua carriera sul social network vede il prof. Diprè nei panni di critico d’arte. Sempre gli stessi oltretutto, camicia bianca e cravatta rossa. Dopo aver presentato nei suoi video diversi esponenti del mondo della pittura, la svolta. Il poliedrico trentino esplora il mondo del cinema hard, riuscendo ad ottenere interviste con chiunque, tra le celebrità più note ricordiamo Jessica Rizzo, Ilona Staller, Maurizia Paradiso, Milly D’Abbraccio e perfino l’inarrivabile Sasha Grey. Tra le intervistate anche Sara Tommasi, che però poi si pente e lo definisce “persona da allontanare” nel programma radiofonico di Selvaggia Lucarelli.

https://www.youtube.com/user/dipreofficial

INSTAGRAM: DAN BILZERIAN – Immaginate di vincere 50 milioni di dollari a poker e ritrovarvi pieni di soldi da un momento all’altro. L’uomo medio farebbe esattamente quello che ha fatto Dan Bilzerian, farsi crescere la barba e godersi la vita. Yacht, macchine di lusso, armi, gattini e donne… tante donne. Sul suo profilo Instagram si autodefinice “Attore, Astronauta, Cazzone e occasionale giocatore di Poker”. Conduce la vita che ogni uomo vorrebbe, da fare invidia anche a Tony Stark. In realtà però Bilzerian era già ricco anche prima di vincere quei famosi 50 milioni. Suo padre, reduce del Vietnam, si è laureato alla Stanford e dopo aver conseguito un master ad Harvard è diventato uno degli uomini più potenti di Wall Street permettendo al figlio di vivere in una villa megagalattica in Florida. Stando alle sue foto sul social network pare si sia tolto ogni sfizio che la mente umana possa concepire, dal trattore al jet privato.

TWITTER: FLAVIA VENTO – Flavia Vento non ha bisogno di presentazioni. Nota al grande pubblico come “valletta sotto il tavolo” nel programma di Teo Mammucari la bella Flavia si è data alla scrittura. Si racconta sul suo account Twitter tra poesie scritte di suo pugno, aforismi e tragedie “Il parrucchiere mi ha tagliato i capelli a fungo aiutooooooo”. Non manca il suo lato profetico, la showgirl scrive “Io dico solo la verità. Apocalisse a breve” come molti profeti anche la Vento ogni tanto non viene presa sul serio ed è costretta a specificare: “Ignoranti apocalisse significa la fine di un era de merda e l’inizio della vita vera”. Durante gli ultimi mondiali si è detta contraria alla competizione brasiliana mostrando il suo interesse per il sociale “Tutti a vedere l’Italia e io mi vedo le puntate di beautiful ahahhh”. Desideriamo concludere con una bella poesia firmata Flavia Vento: “Non esiste né il passato né il presente né il futuro esiste solo quello che pensi… i ricordi possono anche essere il presente perchè il tempo non esiste”. Ricorda un po’ quella volta che a TGCom dichiarò “io metterei anche la mia faccia per degli ideali. Che sono, appunto, la guerra”.