|

Germania-Argentina: storia di una finale Mondiale

Per la terza volta nella storia Germania ed Argentina si contendono il titolo. Si tratta della finale più giocata nella storia dei Mondiali. Non solo, la sfida tra l’Albiceleste e la Mannschaft è anche quella che si è disputata più volte nel corso di un campionato del mondo. Le due squadre si sono affrontate complessivamente sette volte. La Germania ha vinto tre volte, ne ha pareggiate tre e ne ha persa una.

Diego Armando Maradona con la Coppa del Mondo vinta a Città del Messico nel 1986 (Gettyimages-AP Photo/Carlo Fumagalli, File)
Diego Armando Maradona con la Coppa del Mondo vinta a Città del Messico nel 1986 (Gettyimages-AP Photo/Carlo Fumagalli, File)

GERMANIA-ARGENTINA, LA FINALE DEL 1986 – L’unica sconfitta è arrivata proprio in una finale. Era il 1986 a Città del Messico. Da un lato l’Argentina di Maradona, Burruchago e Valdano. Dall’altro la Germania di Matthaus, Brehme, Briegel e Rumenigge. Gli argentini vanno in vantaggio per 2-0 con José Brown e Jorge Valdano, salvo subire il recupero tedesco che in sei minuti, al 74esimo Rumenigge ed all’80esimo Voller, riporta la parità tra le due squadre. Tre minuti dopo ci penserà Burruchago a chiudere i conti, in una sfida che non ha visto Maradona tra i marcatori. L’Argentina conquistò così il suo secondo alloro Mondiale, con la Germania che preparò la vendetta quattro anni dopo, in Italia.

LA FINALE DI CITTÀ DEL MESSICO TRA ARGENTINA E GERMANIA, 1986

ARGENTINA – GERMANIA 1986, I GOAL

 

LEGGI ANCHE: “Il Brasile fuori dai mondiali? E’ colpa di Mick Jagger!”

 

GERMANIA-ARGENTINA, LA FINALE DEL 1990 – Della controversa semifinale del San Paolo tra Italia ed Argentina e dei fischi agli azzurri si è già detto tutto. La Germania nella seconda semifinale supera l’Inghilterra ai rigori dopo aver pareggiato per 1-1 al termine dei supplementari. E dopo quattro anni si torna a Germania-Argentina, allo stadio Olimpico. I fischi assordanti del pubblico all’Albiceleste, la rabbia di Maradona, l’Argentina che si chiude e la Germania che vince il titolo grazie ad un rigore realizzato da Andy Brehme all’84esimo che ancora oggi fa discutere. L’Argentina torna in finale dopo 24 anni ed ancora contro la Germania che vinse il suo ultimo titolo nel 1990.

LA FINALE DI ROMA TRA GERMANIA-ARGENTINA, 1990

IL RIGORE DI ANDREAS BREHME

GERMANIA-ARGENTINA, UNA PARTITA DIVERSA DALLE ALTRE – Ora è la Germania ad apparire immensa con lo squadrone plasmato da Joachim Loew. Ma se le quotazioni dell’Argentina sembravano in ribasso, dopo la sfida con l’Olanda è emersa la concentrazione di Sergio Romero, portiere dell’Albiceleste, ed il talento immenso di Javier Mascherano, vero uomo ovunque della Nazionale guidata da Alejandro Sabella. Ed al momento, in attesa di domenica, c’è solo una certezza. Germania-Argentina non sarà una partita come le altre, neppure a Rio De Janeiro.