|

iPhone 6: il video dello schermo indistruttibile

Sarà con buona probabilità un iPhone dallo schermo quasi indistruttibile quello che troveremo tra gli scaffali dal prossimo settembre. Mentre continuano infatti a rincorrersi i rumors sulle caratteristiche dello smartphone Apple in procinto di essere lanciato sul mercato è spuntato in queste ore sul web un video che mostra le sorprendenti qualità di un sottilissimo pannello in vetro zaffiro che potrebbe sormontare il display del nuovo dispositivo.

 

iphone 6 06

 

DISPLAY RESISTENTE AL COLTELLO APPUNTITO – Si tratta di un componente incredibilmente resistente ai graffi che sembra rimanere intatto anche dopo un violento tentativo di danneggiamento con coltello appuntito. Nelle immagini il pannello resiste in maniera eccezionale alla pressione del metallo affilato e si piega senza spaccarsi quando il maldestro utilizzatore lo flette con forza con due mani nella parte centrale. Lo zaffiro rappresenta l’unica sostanza naturale di durezza 9 nella Scala di Mohs, criterio per la valutazione della durezza dei materiali ideato nel 19esimo secolo dal mineralogista tedesco Friedrich Mohs, e viene solitamente utilizzato per i vetri degli orologi di fascia alta. Il video dimostrativo del vlogger Marques Brownlee riguarda il pannello di un modello iPhone 6 da 4,7 pollici.

 

 

PRESENTAZIONE A SETTEMBRE – Altre voci sull’iPhone 6 riguardano soprattutto la possibilità di uno schermo curvo sulla parte esterna (ipotesi smentita dalle immagini di oggi) e caratteristiche dell’hardware e della fotocamera. Quest’ultima dovrebbe essere dotata di uno stabilizzatore ottico capace di elevare la qualità degli scatti riducendo la sfocatura. Per quanto riguarda i materiali utilizzati per il guscio probabilmente si farà ricorso al Liquidmetal, una lega di metallo più resistente dell’alluminio. La data di presentazione dello smartphone potrebbe, infine, essere il primo venerdì di settembre. Non è chiaro se il modello da 5,5 pollici verrà presentato contestualmente al modello da 4,7 pollici o solo qualche mese più tardi.

 

(Foto da: YouTube / canale Marques Brownlee)