|

Ragazze che fanno a botte: l’iniziazione finisce su Youtube

Succede a Sidney: le teenager partecipano ad una lotta di calci e pugni. E’ il rito per entrare in una gang

Alcune di loro hanno appena 14 anni. Vivono a Sidney, Australia. Ed hanno un modo molto violento e pericoloso per unirsi ad una gang. Sono le ragazze che si massacrano a colpi di calci e pugni riprese in alcuni video scioccanti pubblicati sul web. I combattimenti immortalati nelle immagini erano stati organizzati da circa 30 adolescenti provenienti da diverse zone della città australiana.

LOTTA CON LE AMICHE – Le giovani che partecipano agli incontri si tirano a vicenda i capelli, si prendono a botte fino al sanguinamento, spesso vengono separate dagli spettatori per gli attacchi troppo irruenti che si scambiano. Una delle lotte, ad esempio, è stata interrotta quando una delle combattenti, Meaghan Ross, 16 anni, ha subìto la rottura del naso e ha visto il suo sangue scorrere lungo il suo corpo. Secondo quanto riportato dal sito News.com le ragazze sono tutte studentesse delle scuole superiori, e vanno alla ricerca dell’ammissione ad una banda denominata See F****** Hurstville. Tuttavia non è escluso del tutto che agli incontri partecipino anche ex studentesse, o comunque ragazze che frequentano scuole più alte. Le lotte si tengono nei pressi di un centro commerciale.

ORGOGLIOSE DI COMBATTERE – La giovane Meaghan si è mostrata orgogliosa dei combattimenti, anche dopo il suo trasporto in ospedale. “Dei poliziotti mi hanno detto di aver visto il video su YouTube. A loro non importa se combattiamo. Penso che siamo abituati”, ha affermato la ragazza. Meaghan ha anche raccontato di aver litigato con Tiamera Nelio, 15 anni, una delle sue migliori amiche. Quest’ultima dice di aver perso parte di un dente nella rissa, e a News.com confessa la sua soddisfazione: “Ora la gente sa che non deve litigare con me!”. Il video del loro combattimento, ora rimosso da YouTube, ha fatto scattare l’allerta della polizia di New South Wales.