|

Il candidato che si spoglia nudo (completamente)

Si chiama Massimiliano Santini ed è protagonista di una querelle di provincia giocata a colpi di scatti desnudi sul corpo degli uomini, in particolare sul suo.

Massimiliano Santini 3

UNA STORIA DI PROVINCIA – Massimiliano Santini è candidato al consiglio comunale per la lista “Una città in Comune” al fianco di Matteo Ricci (PD, è «organizzatore di eventi di successo» e ora s’impone all’attenzione nazionale grazie alla polemica scatenata da una mail anonima, che segnalava come in passato avesse pubblicato una foto nella quale appare tutto nudo disteso su un prato. Il mittente della mail si chiedeva se sarai mai possibile, (signora mia, che tempi) promuovere un tale svergognato a ruoli istituzionali.

 

LA RISPOSTA NUDA – La mail è stata rilanciata dal Resto del Carlino e Santilli ha replicato con un altro nudo su Facebook, questa volta in compagnia del Carlino, denunciando il tentativo di screditarlo e che:  «Io mi batto per una Pesaro “nuda”!». E poi, bello carico: «Credo ci sia la volontà di screditarmi per paura di un mio risultato più che positivo alle prossime elezioni. Perché tante persone sanno quello che, con energia ed entusiasmo, ho cercato di realizzare e di portare avanti. Preferisco vivere in una città’ di persone ingegnose e nude piuttosto che in una città grigia, dove non c’è neanche il coraggio di farsi avanti. Io mi batto per una Pesaro “nuda”!»

LEGGI ANCHE:  La prima pagina di Libero sul lato B di Paola Bacchiddu

SPERIAMO NON SIA TENDENZA – L’exploit di Bacchiddu si può quindi dire superato di slancio e per di più da un uomo, sperando che questo improvviso botta e risposta non preluda un futuro nel quale le immagini di nudo dilagano nella comunicazione politica.