|

Il video del piccolo clandestino che è sopravvissuto sei ore attaccato all’aereo

Le autorità aeroportuali statunitensi hanno diffuso nelle ore scorse un video che ha dell’incredibile: da un Boeing 767 appena atterrato all’aeroporto di Maui, alle Hawaii, sbuca la sagoma inconfondibile di un uomo, che si aggira per qualche secondo intorno al velivolo prima di allontanarsi con passo svelto. Un clandestino, quindi, che aveva viaggiato per oltre cinque ore nascosto nella stiva dell’aereo, sopravvivendo al freddo e alla mancanza di ossigeno dovuta all’altitudine. Ma le sorprese non finiscono qui.

Yahya Abdi clandestino aereo (1)

UN RAGAZZINO – Come riporta il Guardian, infatti, clandestino si chiama Yahya Abdi ed è un ragazzino di soli 15 anni: il ragazzo che vive a San Jose, in California, con il padre, era scappato di casa e si era diretto all’aeroporto, riuscendo ad entrare nella «pancia» dell’aereo da un’apertura posta in prossimità del carrello. Il volo di Yahya – a oltre 35.000 piedi di altezza – è durato cinque ore e mezza ed è arrivato a destinazione miracolosamente illeso. Tuttavia, mentre tentava di sgattaiolare lontano dalla pista, il ragazzino è stato fermato dagli addetti dell’aeroporto, consegnato alle autorità e rispedito a casa.

Guarda il video: 

 

LEGGI ANCHE: Il video della nonna che va sulle montagne russe per la prima volta

 

ALLA RICERCA DELLA MAMMA – L’avventura di Yahya risale al 20 aprile scorso, ma il video è stato diffuso solo oggi. Come ha ricostruito il Daily Mail, il ragazzino sarebbe scappato di casa dopo aver scoperto che il padre gli aveva mentito sulle sorti di sua madre, che aveva sempre creduto morta. La donna, invece, vivrebbe in un campo profughi della Somalia e si sarebbe separata dal padre di Yahya nel 2006: il viaggio del ragazzino sarebbe stato quindi un disperato e impavido tentativo di raggiungerla al di là dell’oceano.