|

Accetteresti di lavorare 24 ore al giorno senza paga?

Chi accetterebbe mai un lavoro che richiede attenzione costante per 24 ore al giorno, senza pause né ferie, per il quale bisogna avere una tripla laurea – medicina, economia e arte – che prevede un aumento del carico di lavoro durante le feste e che, sopratutto, non viene retribuito nemmeno un centesimo? Probabilmente nessuno, e infatti coloro che si sono sottoposti al colloquio, oltre a declinare l’offerta, hanno anche bollato l’impiego come «crudele e disumano». Eppure, ci sono milioni di persone in tutto il mondo che non solo hanno accettato di imbarcarsi in questa impresa, ma che riescono anche a svolgere i propri compiti con una passione sempre crescente.

video festa della mamma 2

IL LAVORO PIÙ DIFFICILE DEL MONDO – È lo spot di cardstore.com, popolarissimo sito web statunitense che vende cartoline d’auguri. Una pubblicità che, in vista della Festa della Mamma, sta facendo faville sul web strappando milioni di visualizzazioni e anche qualche sorriso commosso. Il video, rilanciato da Mashable, è stato lo spot più condiviso in Rete del mese di aprile, ed è diventato virale.

AAA CERCASI «DIRETTORE DELLE OPERAZIONI» – Lo spot si apre con una premessa: le persone che compaiono nel video hanno risposto a un annuncio di lavoro, sono state ricontattate dal selezionatore dell’azienda che ha proposto loro un colloquio in teleconferenza. Così, ogni aspirante «direttore delle operazioni» si trova faccia a faccia con il responsabile delle risorse umane, che spiega loro che tipo di lavoro andranno a fare, precisando che «non è solo un lavoro, è forse il lavoro più importante del mondo». Il candidato deve poter offrire una flessibilità estrema, disponibilità a lavorare giorno e notte, a rapportarsi con il cliente in qualsiasi circostanza per svolgere compiti che non ammettono pause né tempi di riposo. I candidati a questo punto cominciano ad alzare un sopracciglio: qualcuno scuote la testa, altri chiedono addirittura se si tratti di un lavoro legale. Non si può dormire mai e, durante le feste bisogna lavorare di più «e con un atteggiamento felice». Tutto questo per una retribuzione pari a zero. A questo punto i candidati mollano il colpo: tutti, nessuno escluso, rifiutano anche solo l’idea di poter fare un lavoro tanto totalizzante e stressante. Ma il responsabile replica: «Eppure ci sono milioni di persone in tutto il mondo che svolgono questo lavoro: le mamme».

 

LEGGI ANCHE: «Cara futura mamma…»: la campagna che ha commosso il web

 

«MIA MAMMA È ECCEZIONALE» – La stizza e l’incredulità degli intervistati si scioglie in un sorriso: gli occhi diventano lucidi e qualcuno commenta che «le mamme sono grandi». Per questo, recita lo spot negli ultimi secondi, «Per questa Festa della Mamma vorrai mandarle una cartolina».