|

I protagonisti dei cartoni animati rinunciano ai capelli per aiutare i bimbi malati di cancro

Hello Kitty, Garfield, Braccio di Ferro e perfino Snoopy: anche i protagonisti dei cartoni animati più famosi del mondo si rasano la testa in segno di solidarietà contro i bambino malati di cancro, per aiutarli a non sentirsi troppo «diversi» anche nella malattia, condividendo i momenti difficili ma anche quelli felici.

cartoni animati cancro (15)

CARTONI ANIMATI CALVI – Da questa idea è nato il progetto Bald Cartoons (Cartoni Calvi), creato in Brasile dalla GRAAC  – l’associazione brasiliana dedicata ai bambini malati di cancro – in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria Ogilvy, che hanno creato una vera e propria campagna di sensibilizzazione per raccontare la vita dei piccoli malati che sono, prima di tutto, dei bambini come tutti gli alti.

Guarda le foto: 

 

LEGGI ANCHE: Le foto da eroi dei bambini malati di cancro

 

PICCOLI COMBATTENTI – Roberto Fernandez, direttore creativo di Ogilvy, ha parlato delle difficoltà vissute dai bimbi durante la malattia e le sue parole sono state riprese anche dall’Huffington Post francese:

Devono combattere i pregiudizi dei loro amici, dei compagni di classe e di quelli che incontrano per strada. Cominciano a essere trattati come ‘qualcosa di speciale’, ma nel senso cattivo del termine. La gente li evita e a scuola i bambini si allontanano da loro perché sono senza capelli

Ed ecco arrivare in loro soccorso i loro idoli fatti di celluloide o peluche, pronti a radersi a zero per farli sentire meno soli…

(Photocredit: baldcartoons.com)