|

Ecco cosa prova un transessuale di 20 anni

Sin da quando era piccola Josi, che ora ha 20 anni,  sapeva di avere qualcosa di diverso, ma capì quello che voleva essere solo dopo aver visto un documentario sulla transessualità in tv quando aveva 13 anni. In quel momento, esteriormente era ancora un ragazzo. Bild racconta la sua storia: «avevo la sensazione che ci fosse qualcosa di sbagliato in me, ma quando ero un bambino non riuscivo a spiegarmi cosa fosse. A 13 anni ho visto un documentario sulla transessualità e improvvisamente ho capito che ero nata nel corpo sbagliato. Per me è stato un grande sollievo, perché improvvisamente ho capito cosa mi stava succedendo e quale fosse la soluzione al problema».

Foto: RTL II Joker Productions
Foto: RTL II Joker Productions

IL PERIODO DELLE SCUOLE – Josi racconta che si sentiva a disagio nel suo vecchio corpo e che per sua madre il fatto che si sia riscoperta transessuale non è stata una sorpresa «lei mi ha sempre sostenuto e mi ha accettata per come sono». Durante il periodo delle scuole medie ha avuto molti problemi anche se non si vestiva da ragazza e i suoi compagni di classe le erano distanti «non sapevano come comportarsi con me». Poi alle superiori, prima della festa di fine anno si è comprata un bellissimo abito da sera e si è presentata per quello che è, in mezzo allo stupore di tutti e irritazione di alcuni. Il cambio del nome, avvenuto ne 2012, è stato un passo molto importante, visto che prima ogni volta che veniva chiamata in qualche ambiente pubblico era come se fosse costretta a fare coming out.

Leggi anche: Luana: la fine della storia della piccola trans di sei anni

L’INTERVENTO – Il prossimo passo per Josi è l’intervento chirurgico agli organi genitali che avverrà nel mese di settembre: «la sessualità non ha alcun ruolo nella mia vita, ma questa situazione cambierà quando mi opererò». La prima richiesta di operazione è stata respinta perché per un anno e mezzo non è andata dallo psicologo: trovava molto strano raccontare i propri sentimenti ad un estraneo. Considera il campbio di sesso come una sorta di «compleanno». Josi consiglia a tutte le persone che si trovino nella sua situazione di «ascoltare se stessi e non prestare attenzione a quello che dicono gli altri. Non bisogna mai venire influenzati nelle proprie decisioni dalle altre persone, solo voi potete capire quello che accade nella vostra anima».