|

I genitori che denunciano i professori per la lettura di un brano sul sesso gay

Alcuni professori del Liceo Giulio Cesare di Roma sono stati denunciati per «pubblicazione di spettacoli osceni e corruzione di minorenni», il motivo? Dei docenti hanno letto in classe delle parti di “Sei come sei” di Melania Mazzucco, un libro in cui viene descritta una situazione esplicita – unrapporto orale –  tra alcuni ragazzi in spogliatoio, dopo la partita di calcio. Alcuni genitori, riporta Corriere.it,   hanno contattato l’Associazione Giuristi per la Vita e l’Associazione Pro Vita Onlus che hanno sporto denuncia presso la Procura di Roma.

mazzucco professori denunciati gay 1

LA DENUNCIA – Secondo chi ha sporto la denuncia gli studenti sarebbero stati  «obbligati a leggere il romanzo a forte impronta omosessualista» sottolineando che «alcuni passi rivelano, in realtà, un chiaro contenuto pornografico». La lettura del libro però rientra tra quelle proposte ad alcune classi del ginnasio, nell’ambito della «Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale» voluta dalla Presidenza del Consiglio e finalizzata alla «realizzazione di un piano triennale di azioni pilota (2013-2015), integrate e multidisciplinari, volte alla prevenzione e al contrasto delle discriminazioni in tale ambito». L’iniziativa è stata osteggiata però dagli studenti di Lotta Studentesca, la formazione giovanile di Forza Nuova, che  lunedì mattina hanno protestato davanti alla storica scuola del quartiere Trieste, contestando i programmi del liceo ed esponendo uno striscione dai contenuti omofobi, con scritto «Maschi Selvatici! Non checche isteriche».

Leggi anche: La lagna vittimista degli omofobi che gridano al complotto

L’INTERVENTO DELLA MAZZUCCO – Per Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center «Chi ha contestato platealmente la lettura del libro di Melania Mazzucco al Giulio Cesare vuole istigare i giovani all’omofobia e a comportamenti discriminatori. Siamo al rogo dei libri, poco ci manca». Per Melania Mazzucco si tratta di accuse ridicole  «Leggere romanzi che parlano di cose reali e di temi anche complessi della nostra vita non ha mai corrotto nessuno l compito di un romanzo è anche quello di far riflettere sul mondo che ci circonda. A meno che non si voglia mettere in discussione il diritto di considerare i ragazzi delle persone capaci di intendere e di volere, e di formarsi delle opinioni. Dare loro gli strumenti per capire il mondo e se stessi – anche con un libro: è proprio questo che significa svolgere correttamente il proprio mestiere di insegnanti»