|

Tutte le malattie cancellate dai vaccini

Il vaiolo e la peste bovina, che infestava gli allevamenti sono scomparsi, per la polio ci siamo vicini, ormai si manifestano solo circa 500 casi all’anno e solo in tre paesi: Afghanistan, Nigeria e Pakistan. Una progressione comune alle altre linee di vaccini.

vaccines_unicef

NUMERI IMPRESSIONANTI – Negli Stati Uniti la statistica dice che la difterite, l’influenza batterica, il morbillo, il tetano, la parotite e altre malattie (in tutto 13) sono ormai al lumicino e lo stesso si può dire per l’Europa, ma ci sono ancora molti paesi nei quali queste malattie trovano scampo per la limitatezza delle campagne di vaccinazione.

LEGGI ANCHE: Cos’è l’autismo e perché gli allarmi sui vaccini sono pericolosi

LA META È VICINA – Nel complesso dal 1980 ad oggi il tasso di copertura globale delle vaccinazioni è passato dal 20 a oltre l’80%, con l’obbiettivo del 90% in tutti i paesi fissato dall’UNICEF e dalla  World Health Organization che ormai pare a portata. Per questo le due organizzazioni s’apprestano a investire in Guinea Equatoriale, Nigeria e Ciad, i paesi con i tassi di vaccinazione più bassi.