|

Il video di Colin Firth che dice le parolacce in italiano

Nel corso di un’intervista per il Time l’attore inglese Colin Firth – che ha raggiunto la fama globale grazie allo straordinario successo de Il discorso del re – si è lanciato in un’attenta disamina della lingua italiana. O meglio dei molteplici modi di imprecare offerti dall’idioma del Belpaese. Dal 1997 Colin Firth è sposato con la produttrice cinematografica italiana Livia Giuggioli e, proprio per questo motivo, il fascinoso attore conosce l’italiano abbastanza bene per apprezzarne le sfumature.

Colin Firth parolacce italiano 1«STR***O È UNA PAROLA BELLISSIMA» – Firth ha ammesso di «non poter essere scambiato per italiano», e che potrebbe recitare nella nostra lingua «solo se interpretassi il ruolo di un inglese». Eppure, all’intervistatrice che gli chiede quale sia la sua parola italiana preferita, l’attore risponde in inglese di amare sopratutto gli insulti: «Gli italiani li usano più raramente degli inglesi, ma li usano. Stronzo (che l’attore pronuncia con un’ottima intonazione NdR) è una parola bellissima. Significa ‘pezzo di m***a’, ma è più specifico: ‘un pezzo di m***a che galleggia’».

Guarda il video:

 

 

LEGGI ANCHE: Tutte le perculate dei Griffin all’Italia in una sola puntata

 

NESSUNA FIGURACCIA, COLIN – Segue poi una digressione sul concetto di «figura» che, stando a quanto spiegato da Firth, sarebbe un concetto del tutto assente dalla lingua inglese: «È qualcosa che ha a che fare con l’impressione che dai. Una ‘bella figura’ è quando fai una buona impressione». E, puntualizza l’attore, non si tratta di etichette: «Se io mi sedessi qui e dicessi qualcosa di veramente idiota fare una figuraccia. ‘Accia’ – spiega ancora un compassato Colin Firth – È la versione ‘cattiva’ di qualcosa. Per esprimere questo concetto dobbiamo creare una frase apposta. In questa lingua c’è una precisione che noi non abbiamo».

(Photocredit: Time)