|

La morte del ‘poeta’ Gabriel García Márquez

Gabriel Garcia Marquez è morto a 87 anni. Lo riferisce la stampa messicana e spagnola. Marquez era stato ricoverato in ospedale il 3 aprile scorso a Città del Messico. L’autore di “Cent’anni di solitudine”, romanzo chiave del realismo magico ibero-americano, aveva 87 anni. Lo riportano l’Agi, RaiNews24 e El Mundo.

Gabriel Garcia Marquez

GABRIEL GARCIA MARQUEZ, L’INFEZIONE – Soprannominato Gabo, lo scrittore e gionalista colombiano Gabriel Garcia Marquez, insignito nel 1982 per il premio Nobele della letteratura, deve la sua notorietà principalmente alla sua attività di scrittore, ottenendo un successo di pubblico e critica in tutto il mondo. Le condizioni di salute del Premio Nobel per la letteratura nelle ultime ore si erano aggravate, dopo che martedì era stato ricoverato per una infezione polmonare e delle vie urinarie, riporta El Mundo.

DI COSA E’ MORTO GABRIEL GARCIA MARQUEZ Lo scrittore era stato ricoverato in ospedale all’inizio del mese con infezioni ai polmoni e alle vie urinarie. Garcia Marquez negli ultimi anni aveva limitato le apparizioni pubbliche. Lo scorso mese per il suo compleanno era stato festeggiato davanti alla stampa da amici e sostenitori, che gli avevano portato torta e fiori fuori dalla sua abitazione in un quartiere esclusivo nel sud di Città del Messico. Lo scrittore non aveva parlato in quell’occasione. L’amica di Garcia Marquez Elena Poniatowska, giornalista e scrittrice messicana, ha detto di averlo visto l’ultima volta quando lui è andata a trovarla a casa sua lo scorso novembre con un bouquet di rose gialle. Il bouquet compare spesso nel romanzo di Marquez “Cent’anni di solitudine”. “Sembrava stare bene”, aveva detto Poniatowska ad Associated Press.

GABRIEL GARCIA MARQUEZ MORTO, LO COMUNICA LA FAMIGLIA –  Fonti della famiglia hanno comunicato la morte dell’autore di ‘Cent’anni di solitudine’ alla stampa colombiana. Garcia Marquez, che sarebbe morto verso mezzogiorno, aveva compiuto 87 anni il 6 marzo scorso. Era stato insignito del Nobel per la letteratura nel 1982. “Per sempre Gabriel”, sottolinea in un titolo a tutta pagina il quotidiano di Bogota El Espectador.

gabriel garcia marquez morto

GABRIEL GARCIA MARQUEZ, UN GRANDE – Gabriel Garcia Marquez è da più parti considerato come lo scrittore in lingua spagnola più popolare dopo Miguel de Cervantes, nel diciassettesimo secolo. La sua straordinaria fama letteraria ha evocato paragoni con Mark Twain e Charles Dickens. Il romanzo del 1967 “Cent’anni di solitudine” ha venduto 50 milioni di copie in più di 25 lingue. Tra le sue pubblicazioni anche “Cronaca di una morte annunciata”, “L’amore ai tempi del colera”, “Il generale nel suo labirinto”, e “L’autunno del patriarca”. Marquez ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1982, e i suoi libri sono stati venduti più di qualsiasi cosa pubblicata in spagnolo eccetto la Bibbia.

MORTO GABRIEL GARCIA MARQUEZ, LA “TRISTEZZA” DEL PRESIDENTE –  Il presidente della Colombia Juan Manuel Santos ha confermato la morte a Citta’ del Messico di Gabriel Garcia Marquez: “mille anni di solitudine e tristezza per la morte del piu’ grande dei colombiani di tutti i tempi. Solidarieta’ e condoglianze a Gabo e la famiglia”, sottolinea Santos in un tweet.

GABRIEL GARCIA MARQUEZ, L’INFANZIA – Figlio di Gabriel Eligio Garcia e di Luisa Santiaga Márquez Iguarán, Gabriel García Márquez nasce adAracataca, un paesino fluviale della Colombia settentrionale, il 6 marzo del 1927.