|

Il cane trascinato dall’auto in corsa fino alla morte «per punizione»

Aveva infastidito alcune pecore, e per «punirlo» lo aveva trascinato per diversi chilometri legato alla propria auto, fino ad ucciderlo. Vittima di questo atroce atto di crudeltà sugli animali un cane meticcio, barbaramente ucciso da un allevatore di Irgoli, in provincia di Nuoro, che ora è stato denunciato dall’Ente Nazionale Protezione Animali.

cane ucciso nuoro

PRESENTE ALLA «PUNIZIONE» ANCHE IL FIGLIO MINORENNE – Secondo quanto si apprende, al fatto avrebbe assistito anche il figlio dell’allevatore, un ragazzo minorenne, che sarebbe stato sull’auto insieme al padre. L’uomo dovrà quindi anche rispondere anche alla posizione di tutela che il genitore avrebbe dovuto avere nei confronti del minore.

 

LEGGI ANCHE: La ragazza rinchiusa per 9 anni in garage con un cane e una scimmia

 

 

LA DENUNCIA DELL’ENPA – Sarebbe stato l’allevatore stesso a spiegare di aver voluto punire il cane, che aveva dato fastidio ad alcune pecore. «Per questo – dice l’Ente Nazionale Protezione Animali – Il nostro ufficio legale con la denuncia chiede non soltanto che l’uomo venga processato per i reati di maltrattamento ed uccisione di animale, per i quali può essere condannato ad una pena detentiva da tre a 18 mesi almeno, ma che siano riconosciute a suo carico le circostanze aggravanti legate ai motivi abietti e futili. Per spiegare l’efferatezza di un gesto tanto spregevole la crudeltà non basta; tale crimine può avere origine soltanto da una smisurata malvagità».

(Photocredit: Getty Images, foto di repertorio)