|

Il nuovo graffito di Banksy copia una copertina del The Atlantic?

Banksy ha colpito ancora, con un nuovo graffito che vuole essere una provocatoria sintesi delle relazioni umane nell’era dei social network: un uomo e una donna abbracciati, ma illuminati dalla luce degli schermi dei propri smartphone, che entrambi sbirciano da sopra la spalla del partner. Il nuovo «pezzo» è comparso sul sito web del misterioso artista, ma non è ancora stato reso noto quale muro di quale città faccia da «tela» al nuovo graffito.

banksy smartphone 2
Foto: banksy.co.uk

BANKSY ISPIRATO DA UNA COPERTINA DEL THE ATLANTIC? – Eppure, a più di un seguace di Banksy il graffito ha ricordato qualcosa di già visto: per la precisione una copertina del The Atlantic del 2012, che metteva in bella mostra un’immagine molto simile per introdurre uno dei servizi all’interno della rivista: «Facebook ci fa sentire soli?». L’immagine della copertina del The Atlantic è stata realizzata dal fotografo Phillip Toledano, ed entrambe le rappresentazioni fanno leva sullo stesso concetto: il nostro costante «essere connessi» ci allontana dalla possibilità di stabilire una connessione umana «reale»?

banksy smartphone 3
La copertina del The Atlantic e il nuovo graffito di Banksy (Photocredit: animalnewyork.com)

 

LEGGI ANCHE: Banksy ha colpito ancora?

 

E C’È ANCHE UN ALTRO NUOVO GRAFFITO DI BANKSY? – Secondo quanto riporta Animal, fonti non confermate avrebbero affermato che ci sarebbe anche un altro nuovo graffito di Banksy, apparso su un muro di Cheltenham, la cittadina inglese famosa per ospitare il quartier generale del Government Communications Headquarters, il corrispettivo britannico della NSA americana. Il graffito – riguardo al quale non sono ancora arrivate ne conferme né smentite sul fatto che si tratti realmente di un’opera di Banksy – mostra tre uomini vestiti con un trench e con i volti coperti da grandi occhiali scuri, intenti a sorvegliare una cabina telefonica con tanto di microfoni e una parabola satellitare. Riguardo agli «amanti del cellulare», tuttavia, non sono emersi altri indizi: né sul luogo dove sarebbe apparso il graffito né se davvero l’artista si sia davvero «ispirato» a quella copertina del The Atlantic.

(Photocredit copertina via: Gawker)