|

Il leader politico che si pagava l’harem con i soldi del partito

Messico: un politico di alto livello del partito di governo PRI è stato accusato di aver pagato delle donne per dei servizi amorosi con i fondi del partito: questa vicenda sta mettendo in difficoltà il presidente Nieto. Cuauhtémoc Gutiérrez de la Torre, 45 anni, è stato accusato di aver messo in piedi una sorta di harem personale, riporta Spiegel Online.

https://twitter.com/Presidencia_EPN/status/451966839241703426/photo/1
https://twitter.com/Presidencia_EPN/status/451966839241703426/photo/1

L’ANNUNCIO – La storia era stata portata alla luce da una giornalista di Noticias-MVS: la donna ha detto di aver visto un annuncio su un giornale nel quale si cercava la figura di una donna tra i 18 e i 32 anni per un lavoro negli uffici governativi, paga tra gli 8.000 e 14 mila pesos, ovverto tra i 450 e i  780 euro. Il salario minimo a Città del Messico è di circa 85 euro al mese. La giornalista ha chiamato e si è presentata al colloquio , durante il quale le hanno chiesto le misure e il peso, tenendola all’oscuro su quello che sarebbe stato il suo vero lavoro. Ovviamente la giornalista ha registrato il tutto. Gli assistenti del dirigente di partito, dopo aver verificato se fosse una persona d cui potersi fidare hanno inziato a spiegarle come avrebbe dovuto comportarsi con il suo futuro capo, come «salutarlo sempre con una bacio» e all’occasione avere rapporti sessuali od orali con lui. La donna ha percepito 11 mila pesos, cica 620 euro.

Leggi anche: Maria: la ragazza che si prostituiva per poter curare il padre malato

LA CORRUZIONE IN MESSICO – Guitiérrez ha respinto tutte le accuse, ma il partito ha risposto al problema sollevandolo dalla carica. Il problema non è solo la prostituzione, ma vi sarebbe anche un traffico di esseri umani visto che le donne che lavoravano per Gutiérrez venivano in seguito vendute ad altre persone. Non è la prima volta che il politico si trova in una situzione del genere, visto che nel 2003 era rimasto cinvolto in un giro di prostitute. ergio Aguayo , professore presso l’Istituto di ricerca Colegio de México, ha detto a Spiegel Online che «il caso di Gutiérrez è solo uno dei tanti aneddoti e mostra quanto la corruzione sia parte del sistema politico»