|

Ottoemezzo con Carla Ruocco

OTTOEMEZZO, IL CASO PIZZAROTTI – Carla Ruocco spiega che Pizzarotti ha espresso una sua impressione ma che in fondo il Movimento non ha una segreteria e quindi questo porta a scegliere persone che non hanno una notorietà, come accaduto con lei stessa. E poi sarà la rete a scegliere i cittadini. Folli sottolinea che la rete convoglia solo poche migliaia di persone con la Ruocco che risponde che Renzi ha deciso le liste da solo e che è stato eletto presidente del Consiglio da 160 rappresentanti del suo Partito. La Gruber interviene dicendo che Renzi è stato votato alle Primarie con la Ruocco che la blocca dicendo che loro avevano votato per il segretario del Pd. Stefano Folli incalza la Ruocco sul tema Pizzarotti, con la Ruocco che ribadisce che lui ha risposto proponendo una sua opinione e che Pizzarotti non rappresenta un problema particolare. Lui ha detto che non conosce persone nelle liste e questo non la sconvolge perché per loro è normale che vengano eletti soggetti sconosciuti. Folli dice che i problemi di Pizzarotti e Grillo sono di lunga data ma la Ruocco non sa di sapere quali sono le questioni e si chiede se la critica sulle liste implica una lamentela sulla scarsa autonomia. E si chiude con la Gruber che legge una dichiarazione di Pizzarotti che parla della necessità di lavorare e con la Ruocco che dice di non apprezzare la Le Pen per la violenza dei suoi toni. E verso l’Europa loro hanno il referendum per l’uscita dall’Euro. Inoltre loro sono un movimento post-ideologico e non sentono di appartenere ad uno schieramento estremista. Ed alle Europee il Movimento vincerà.

 

 

 

OTTOEMEZZO, CINQUE STELLE UNICA OPPOSIZIONE? – Dopo il sondaggio Demopolis che dimostra come il Movimento Cinque Stelle sia percepito come unica opposizione, spiega che l’obiettivo non è quello di governare ma di cambiare la politica senza contare sulle lobby. E quando sarà finito il loro impegno, allora se ne andranno. E per quanto riguarda eventuali contrasti con Beppe Grillo, bisogna pensare, continua la Ruocco, che l’obiettivo non è seguire una linea unica ma sentire la pancia delle persone. La Gruber parla con Stefano Folli spiegando che al momento la distanza tra Pd e Cinque Stelle nei sondaggi è di dieci punti ma l’editorialista del Sole 24 ore spiega che con la sua intransigenza Beppe Grillo cerca di serrare le fila. Ma questo cammino porta ad una crisi culminata nella questione degli epurati. Ed i Cinque Stelle devono dire no per confermare la sua identità. La Ruocco spiega che l’intransigenza è il modo di andare avanti per spazzare via il lassismo. Ed il male della politica è rappresentato dai troppi si. E si deve agire in previsione di un qualcosa di buono e positivo. E qui si entra in gioco con la proposta di riforma del senato lanciata dalla minoranza del Pd. E come confermato dal sondaggio, spiega la Ruocco, il Movimento vuole un accordo per singoli provvedimenti. Perché da un lato si vuole arrivare ad un risparmio, con lei che prende 3.000 euro anziché 18.000, si possono ridurre i parlamentari ma si vuole mantenere il Senato elettivo. ottoemezzo (1)

 

 

 

  OTTOEMEZZO, FATTI E PROPOSTE – Stefano Folli dice che Beppe Grillo non può né sostenere né apprezzare il riformismo di Renzi, aggiungendo che tutti e due stanno combattendo una sfida in prospettiva elettorale. Carla Ruocco invece risponde sull’attivismo di Renzi contrapponendo annunci a provvedimenti che cancellano quanto promesso come la riforma del Senato che depaupera la democrazia. Poi c’è una piccola gaffe sul tema delle detrazioni, perché la Ruocco le dà per eliminate mentre Folli ricorda che siamo ancora in fase di discussione. Folli sottolinea la sua opposizione alla politica degli annunci ma riconosce che governare è difficile e che è più semplice stare contro. Inoltre aggiunge che in fondo Renzi ha imposto dinamismo. La Ruocco ammette che governare è difficile ma che per farlo servono le mani libere. Si va sul tema della campagna elettorale con Grillo che ha chiesto un milione di euro per la campagna attraverso donazioni spontanee, con la Ruocco che ricorda che il Movimento ha rifiutato 42 milioni di euro in rimborsi elettorali (che non spettavano in quanto movimento privo di statuto depositato) e che 42 milioni sono più di uno. ottoemezzo

 

 

 

 

 

OTTOEMEZZO, 80 EURO E DETRAZIONI – L’Onorevole Ruocco è chiamata a commentare una notizia che ha per protagonista Christian Iannuzzi in cui si chiede di licenziare chi gestisce il profilo Twitter perché si sta scadendo nel ridicolo, con il deputato che dice che questa frase non vizia il percorso politico del Movimento che si rivolge alle famiglie che devono sbarcare il lunario e devono combattere con la crisi. Rimane l’impegno del Movimento e la conferma di democrazia dal basso. E per quanto riguarda il tema degli 80 euro, la Ruocco spiega che si tratta di una bufala perché se si danno questi soldi con una mano, con l’altra si toglie la detrazione del coniuge a carico per un valore di 65 euro al mese e che interessa cinque milioni di persone. Ed è fondamentale combattere per mantenere questa detrazione. La Gruber risponde che secondo il governo non c’è né un’abolizione né una modifica e che questi 65 euro sono uno strumento di propaganda elettorale. La Ruocco risponde che loro si attengono ai testi e non alle parole, e nel testo si parla di armonizzazione e da un governo che dice ci abbassare le tasse ma poi le alza non ci si può fidare. Stefano Folli dice che il tema è controverso e che è giusto che il Movimento faccia opposizione ma aspetta le risposte di Renzi su un tema sensibile. Per quanto riguarda l’aumento delle tasse sulle banche, la Ruocco parla ancora del regalo di sette miliardi e mezzo ed apprezza la decisione di alzare la tassazione sulle banche, un gesto che ammette il regalo alle banche.

ottoemezzo

 

 

 

 

 

 

 

OTTOEMEZZO, LA PRESENTAZIONE – Questa sera a Ottoemezzo, il programma condotto da Lilli Gruber ed in onda su La7 a partire dalle 20.30 saranno ospiti il giornalista del Sole 24 Ore Stefano Folli e l’onorevole del Movimento Cinque Stelle Carla Ruocco. Lilli Gruber dopo i saluti di rito ricorda che dopo un embargo di otto mesi si può avere un esponente pentastellato con cui si parlerà di una giornata di polemiche roventi.

 

 

 

 

 

 

 

 

LEGGI ANCHE: Ottoemezzo con Lidia Undiemi

 

ottoemezzo