|

L’aggressivo marketing Fiat che fa arrabbiare tutti

Per motivare i dipendenti a comprare le auto del gruppo, la Fiat ha organizzato una campagna di marketing mirata alle auto «straniere» parcheggiate presso i suoi stabilimenti.

fiat pacco

A COSA SERVE – Lo spirito della campagna è riferito da Repubblica:

Per Fiat Group Automobiles si è trattato di “un’azione sui dipendenti che possiedono automobili di una marca concorrente, una campagna di marketing non convenzionale per stimolarli ad acquistare delle auto nuove del gruppo tramite un’esclusiva promozione”.

IL CUORE INFRANTO – La compagna è estremamente originale, perché prevede che l’auto del dipendente sia impacchettata e poi:

Sulle auto, oltre al telo, era stato infatti apposto il disegno di un grande cuore spezzato, con la didascalia “Vederti con un’altra ci ha spezzato il cuore… Ma nonostante ciò continuiamo a pensare a te”: una disperata “dichiarazione d’amore” accompagnata dall’intervento di due attori-performer che invitavano simpaticamente gli “infedeli” a convertirsi allo shopping targato Fiat, offrendo loro la tariffa scontata del 26 per cento su una nuova vettura del gruppo.

LEGGI ANCHE: La strana crescita del mercato dell’auto

ERA MEGLIO AUMENTARE LO SCONTO – Sconto che a dire il vero  è simile a quello riconosciuto d’abitudine ai dipendenti nei periodi di promozione interna, quando gli sconti riconosciuti ai dipendenti vengono aumentati a seconda dell’ispirazione del marketing. Sarà anche per questo che i sindacati non hanno apprezzato e ora protestano parlando di lesione della privacy dei dipendenti, che tra le righe dell’iniziativa sembrano un po’ messi alla gogna e un po’ rimproverati come traditori. Probabilmente servirà qualcosa di più per frenare la perdita di quota sul mercato italiano, che vede  il gruppo Fiat perdere sempre più terreno nei confronti della concorrenza.