|

Il gruppo Facebook delle donne fotografate in metropolitana mentre mangiano che fa arrabbiare tutte

È una delle tante «mode» di Facebook che prendono piede sopratutto nelle grandi città del mondo: questa viene da Londra e si rivolge sopratutto a tutti i passeggeri della metropolitana che, sulla famosa «Tube» trascorrono una parte considerevole della propria giornata. Il «giochino» è semplice: individuare nel vagone una donna che mangia, scattarle una foto e pubblicarla su Facebook tra le altre foto del gruppo Women Who Eat On Tube. Donne Che Mangiano In Metropolitana, appunto.

Foto: Facebook/Women Who Eat On Tube
Foto: Facebook/Women Who Eat On Tube

MA LE DONNE DICONO NO – Il gruppo ha avuto un successo considerevole: i membri sono oltre 20.000, le foto sono centinaia: tutte che che immortalano donne di ogni età ed etnia mentre addentano un panino, mangiano noodles o sgranocchiano uno snack. Nella descrizione del sito vengono esposte le regole del gruppo: niente bambini, niente insulti, niente commenti cattivi o tentativi di bullismo contro le protagoniste delle foto. Eppure a molte donne, che forse si sono riviste in quelle foto, la «moda» comincia a dare ai nervi scocciate dal fatto di essere fotografate clandestinamente mentre masticano e poi «gettate» sul web per il sollazzo di un pubblico potenzialmente infinito.

Guarda le foto: 

E così, racconta l’Huffington Post britannico, le donne di Londra hanno dato vita a un contro-evento, chiamato Women Who Eat Wherever The Fuck They Want (Donne Che Mangiano Dove C…o Pare A Loro), e sono pronte a organizzare un pranzo sui treni della Circle Line di Londra per rivendicare il proprio diritto ad azzannare un sandwich in metropolitana senza essere fotografate come se fossero animali allo zoo.

donne-che-mangiano-in-metropolitana-(11)

 

LEGGI ANCHE: La bufala della donna incinta da 13 mesi che chiede «Like» su Facebook

 

«È UN GRUPPO CHE DISCRIMINA LE DONNE» – Secondo Sarah Hardcastle – che insieme a Tracey Bird è promotrice del contro-evento di sabato, il gruppo fotografico su Facebook nascerebbe da una discriminazione intrinseca nei confronti delle donne: «È una vergogna che le donne siano ancora nel mirino di questo tipo di humour – spiega la Hardcastle – Sono d’accordo che mangiare in metropolitana o negli spazi chiusi non è molto educato ma in questa città ci sono persone che riescono a trovare il tempo per un boccone solo durante il tragitto in metro. Penso che le donne siano a loro modo colpevoli di questa discriminazione ma, indipendentemente dal sesso, non dovrebbe essere ok che scattare foto umilianti all’insaputa del soggetto per poi condividerle insieme a un gruppo di estranei».

(Photocredit: Facebook/Women Who Eat On Tube)