|

Ina Groll: la pornostar cacciata dal partito nazista

L’NPD, il partito nazional-democratico tedesco, ha espulso Ina Groll, pornoattrice iscritta e convinta sostenitrice dell’estrema destra, con una motivazione originale: perché per lavoro ha fatto sesso con uomini di colore. La foto che apre la pagina Facebook di Ina Groll:
ina groll porno nazista

La storia la racconta Libero:

L’ulti – matrovata della formazione neonazista è stata cacciare la 28enne Ina Groll, colpevole di aver fatto sesso con un uomo di colore. Il leader dell’Npd Udo Voigt non si è dovuto affidare a un investigatore privato per scoprirlo perché la vita sessuale di Ina Groll, nome d’arte Kitty Blair, è trasparente: la tatuata e bionda 28enne è una pornostar professionista. Inunodei suoi film più recenti, dall’evocativo titolo «Kitty discovers sperm», Kitty fa sesso con un pornodivo nero. Apriti cielo: «Chi si accoppia con una razza straniera davanti a una telecamera, con l’ideologia nazionale ha poco a che fare», l’hanno condannata online i seguaci dell’Ndp.

 

Agli estremisti non importava che Ina si prestasse anche per gangbang a pagamento, anzi. Tutta pubblicità gratuita per la formazione più razzista, antisemita, anti-immigrati, anti-Ue e antitutto di Germania. È stato però per il «reato» di promiscuità razziale che Ina si è beccata l’epiteto di «depravata» e di «personanon grata» in seno all’Npd. Perché la povera Kitty, sulla cui pagina Facebook campeggiano rigorosamente in caratteri gotici foto e canzoni naziste, si era molto avvicinata al partito al punto da esserne quasi diventata il «volto» ufficiale