|

Il filmino hard delle baby escort dei Parioli

Il Fatto Quotidiano torna oggi sulla storia delle due baby squillo dei Parioli, riportando le ultime indagini degli inquirenti sull’accaduto. Con qualche sorpresa:

A coprire l’attività di una di queste due 19enni, un’adolescente di 16 anni che aspettava in auto mentre la sorella incontrava i clienti ed evitava che i genitori scoprissero tutto. Una storia che si riempie di nuovi dettagli. Come il filmino hard registrato senza che le protagoniste ne fossero al corrente, o 20 clienti indagati per aver avuto rapporti con le minorenni. Come Mauro Floriani, marito della senatrice Mussolini. “A che ora ci vediamo domani?” avrebbe chiesto Floriani ad una delle baby squillo – come riporta l’Ansa – per fissare gli appuntamenti.

Meno di un mese fa, Anna e Lucia (nomi di fantasia) le due minorenni dei Parioli da cui è scoppiato il caso sono state interrogate durante l’incidente probatorio.

Il 5 febbraio il giudice chiede a Lucia se avesse subito pressioni da Ieni. “Sì – risponde – ci trattava come delle macchine”. L’altra minorenne, Anna, invece è più tranquilla davanti a giudici e avvocati e racconta più dettagli. Da quando sul sito Bakeka.it con l’amica avevano letto un annuncio che le aveva incuriosite “Lavora – re poco e guadagnare tanto”, e che gli aveva aperto il mondo della prostituzione. E poi il primo rapporto. Anna segue l’amica che aveva già iniziato da poco. Erano a casa di un cliente, “l’avevo accompagnata in camera, ero seduta su una poltrona perchè ero imbarazzatissima. (..) Loro stavano nel letto. Poi visto che mi dicevano ‘Dai vieni vieni’, io mi sono messa accanto a lui. E ho alzato la maglietta”.